motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
TEMI PER IL PAESAGGIO
storia, geografia, psicologia, arte e semiologia dei paesaggi… per non addetti
L'Artistica Editrice pubblica la collana “Temi per il paesaggio” per conto della Regione Piemonte, Assessorato all'Urbanistica Pianificazione Territoriale e Edilizia Residenziale - Direzione Pianificazione e Gestione Urbanistica che, nella volontà dei Committenti, avrà lo scopo di promuovere e diffondere la cultura della qualificazione paesaggistica, in grado anche di valorizzare le potenzialità economico-culturali del territorio piemontese (specialmente sotto il profilo dell'offerta turistica qualificata) per affrontare con idonei strumenti di conoscenza le grandi sfide che attendono la Regione nei prossimi anni.




Domenico Bagliani

IMPARARE IL PAESAGGIO - 2013

editore L'ARTISTICA
edizione 2013
pagine 120
formato 22x22
legatura in brossura con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

12.00 €
12 €

ISBN : 978-88-7320-339-1
EAN : 9788873203391

 

Le case del vino
Quando pensiamo ai paesaggi delle Langhe nella nostra mente si rincorrono grappoli di immagini e di messaggi. Degli stereotipi, forse, ma non troppo: la loro capitale gustosa, Alba, le prelibatezze gastronomiche, i borghi e le chiese, i mille castelli e soprattutto le colline, quei capolavori dei vignaioli che si sono accoppiati alle grandi opere di scrittori. Ma anche le leggi ancestrali di quei luoghi, che spesso ignorano le leggi degli uomini.
Un paesaggio umanizzato, dunque, costruito dall'uomo che a esso si è rivolto secolo dopo secolo, generazione dopo generazione, metro dopo metro. E che questo libro vuole in parte raccontare, dargli senso - una capacità che oggi spesso ci sfugge - reinventando una scenografia in grado di contenere miti, sogni ed emozioni, aiutandoci a capirei problemi e le contraddizioni del nostro tempo, a riprogettare il mondo in cui viviamo, a costruire un sapere utopico che ci aiuti a confrontarci con le minacce dei processi degenerativi, degli scempi ambientali, della creazione di sterminate solitudini collettive.

Il paesaggio dei sensi
A partire dagli Anni '60 del secolo scorso la cultura del paesaggio venne prepotentemente investita, a livello internazionale, dalla corrente ecologista, la quale giunse a dotarsi di un quadro teorico alquanto solido, finendo in tal modo per esercitare un ruolo importante sia sul fronte accademico che su quello della pianificazione. Si trattò di un movimento di idee che contribuì significativamente a contrastare gli approcci estetici sino ad allora dominanti, fondati su una cultura utopica che presupponeva una certa qual separazione fra paesaggi - con le loro tracce visibili e invisibili - e società reale, fatta del vissuto storico e di quello della contemporaneità.

Il paesaggio delle case in terra cruda
Queste case... una sintesi compositiva di elementi architettonici che definiscono la memoria impressa nel territorio, il prodotto visibile dell'agire umano attraverso i secoli, un particolare rapporto fra uomo e natura, costituendo per questo un documento di cultura, una testimonianza avente valore di civiltà. E quindi da salvaguardare di fronte al culto esclusivo del lotto editicabile e agli effetti devastanti che lo accompagnano. Qui e altrove.
Un libro che ci aiuta a capire che questo mondo è fatto di depositi della memoria, di luoghi dotati di una propria individualità, di una propria identità.

Prospettiva paesaggio
storia, geografia, psicologia, arte e semiologia dei paesaggi… per non addetti
Il volume, facente parte della Collana edita per la Regione Piemonte, “Temi per il paesaggio”, prende in analisi i molteplici punti di vista con cui ci si può porre nei confronti del paesaggio. Aspetti storici e geografici, artistici e simbolici, senza trascurare gli importanti effetti psicologici che il contesto ambientale può generare nell'uomo. Una scrittura piana e accessibile, rende quest'opera utile allo studioso come al semplice lettore curioso di capire qualcosa in più di quanto ci circonda.

Conservare per il paesaggio
recupero del patrimonio nelle valli Orco e Soana
Relativamente alle valli Orco e Soana, il lavoro svolto dalle Autrici ha come obiettivo quello di proporsi come  "insieme di suggerimenti, sollecitando l'attenzione di chi, a vario titolo, deve affrontare la redazione degli strumenti normativi specifici ed ai responsabili di una materia come la conservazione del patrimonio edilizio, di non trascurabile rilevanza sociale ed economica, sempre più di competenza delle Comunità locali e delle loro Istituzioni".

Cartografia storica
Contributi per lo studio del territorio piemontese
Il presente volume, dovuto a Maria Sandra Poletto, trae spunto e sostegno dalla ricerca storica propedeutica alla stesura dei Piani Paesistici di competenza regionale, svolta dalla Scuola di Specializzazione in Storia, Analisi e Valutazione dei Beni architettonici e ambientali del Politecnico di Torino (2000-2002) in collaborazione con il settore pianificazione Paesistica della Regione Piemonte.

Imparare il paesaggio
appunti di una conversazione
La Convenzione Europea del Paesaggio, ratificata dal nostro Paese da oltre un decennio, ha avuto il merito di richiamare l'attenzione di cittadini e legislatori sulla globalità dei paesaggi, rivolgendo interesse sia a quelli eccellenti, sia a quelli che costituiscono lo scenario di vita quotidiano della maggior parte dei cittadini, sia infine a quelli degradati, che presentano buone potenzialità di miglioramento qualitativo.

La storia del territorio per il progetto del paesaggio
Negli ultimi anni si constata a scala europea e nazionale l'emergere di una domanda sociale di paesaggio - e di paesaggio di qualità - senza precedenti. La crescita del dibattito ha comportato la necessità di messa a punto anche di strumenti sovranazionali di intesa, quali la Convenzione europea del paesaggio del 2000, o l'inserimento del tema del paesaggio nella Carta di Cracovia (2000) sui Principi per la conservazione e il restauro del patrimonio costruito.
©1999-2018 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com