motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
L'ULTIMA PARTITA
Inchiesta su malattie e decessi sospetti nel gioco più bello del mondo
"In Italia si assumono troppi farmaci perché si giocano troppe partite e bisogna farsi trovare pronti".
(Marcelo Pizarro, calciatore Roma)

"Nel riscaldamento prepartita ci davano delle palline rosse da ingerire, penso Micoren. Per noi prenderle era un'abitudine, come trovarsi le flebo vicino ai lettini..."
(Gianfranco Mannarelli, ex calciatore semiprofessionista malato di leucemia)

"Quando andavo in nazionale vedevo gente che si portava barattoli con cose strane..."
(Diego Fuser, ex calciatore di serie A)

"Prendevo di tutto. Le foto dei miei ex compagni di squadra sono piene di croci".
(Gil De Ponti, ex calciatore malato di tumore)

Il circo del pallone non è sempre un'oasi felice e dorata. Non è sempre palcoscenico di grandi eventi, leggendari trionfi e memorabili sconfitte. Spesso inquietanti ombre avvolgono il calcio italiano, e non solo: le morti misteriose, le malattie improvvise, lo spettro del doping e quell'assurdo catalogo della "Farmacia dello Sport", che racchiude un elenco di orrori. È questo un libro-inchiesta che, senza censure e senza bavagli, fa il punto sui mali oscuri del "gioco più bello del mondo". Dalle dichiarazioni di Zeman all'indagine del Procuratore Guariniello, dalle denunce dei sopravvissuti alle drammatiche testimonianze di chi non ce l'ha fatta, dalle tragiche morti spagnole in diretta alle spericolate vite di campioni aggrappati alle flebo. Tutto questo riavvolgendo il nastro e rivedendo le tante, troppe, morti premature e sospette e legate a terribili malattie quali la micidiale SLA, la leucemia, il tumore al fegato. A scuotere le coscienze ci pensano le vedove, gli orfani e i miracolati, ma pure chi vede già scritto il proprio triste destino e chi ha avuto il coraggio di raccontare ciò che ha visto fino a ieri (non trent'anni fa) negli spogliatoi, quelli di periferia e quelli delle grandi metropoli. Tutto ciò per creare una nuova consapevolezza in quanti credono ancora, illudendosi, che il calcio sia ancora divertimento. Alla fine la domanda sorge spontanea: perché? Perché fino a questo punto, mettere a repentaglio anche la vita dei giocatori? Quante altre croci in futuro renderanno più tristi i verdi campi di gioco?
SOMMARIO

Introduzione
di Gianluca Vialli
Prefazione di Xavier Jacobelli
Nota dell'autore

Malati di calcio
Piccolo dizionario
Il doping invisibile
Dall'omertà al terrore - incubo SLA
La stronza in copertina
Fuori dal coro
E ora tremano
L'ignoranza, un alibi di comodo
Roberto Mancini - Coglione chi si dopa
Killer silenziosi
Il primo a parlare
Il giallo delle morti sospette
Tante vedove, nessun pentito: parola a Guariniello
Botta e risposta
Le verità di "mister X"
Eydelie e lo scandalo Marsiglia
Zeman e la "bomba" farmaceutica
Il boom del nandrolone
Kallon, colpa dei brufoli?
Il caso Parma
Quei barattoli "azzurri"...
Il calcio delle tragedie
Spagna, il paese degli orfani del calcio
Lutti in diretta
Danimarca, Norvegia e Portogallo:
tre morti, un unico sospetto
Il dramma di Brian Laudrup
Fuentes, lo scandalo occultato
La vita segreta di Zidane
Vienna, capitale del doping
L'inchiesta "silenziosa" sul massaggiatore
Bufera Torri e Procure al lavoro
SLA, carriera piena di farmaci
Epo, il grande paradosso
Omertà, proposte, immobilismo e falsità: parla il dottor Volpi
SLA, solo ipotesi
Il sospetto: erba killer
Tutti i calciatori malati di SLA
Il mistero dei ragazzi del lago
Una storia particolare - Corno
Tragedia silenziosa - Tassi
Il dolore e la speranza - Vasino
Il dolore e le lacrime - Signorini
Il dolore e l'illusione - Lombardi
Il dolore e la voglia di vivere - Borgonovo
In campo l'europarlamentare
Pallone e lacrime: club in lutto. Sampdoria nefasta
Drammi genoani
La maledizione di Firenze
Il compagno di squadra
Ultimo dramma - Galdiolo
Incubo Bologna
Tragedie romagnole - Cesena
Sospetti a Catanzaro
Ombre Bari. Cucchi, senza un perché
Ingesson, la forza del guerriero
Paure pontine
Drammi perugini - Curi e Scaini
Lutti granata - Ferrini e Minghelli
Segato, il primo ad ammalarsi
In silenzio - De Bernardi
A un passo dal baratro - Falzetti e Krsticic
Morte bianca - Stimpfl
Il testamento di Saltutti
Mistero senza fine - Taccola
La morte di due baby
I miracolati
Sempre il Micoren
Cuore matto
Il caso Manfredonia
I "sassolini" di De Ponti
L'incubo agrodolce di Garritano
Ferruccio Mazzola contro tutti
La denuncia di Ziviani
"Siringa meccanica" si difende e va al contrattacco
Il documento - caso Juve
Bombaroli catalani e olandesi
Il calcio in bocca
Lo juventino si difende
Malati di quarta serie e morti dimenticati
Tragedie negli altri sport
Senza via d'uscita
Quel male oscuro che uccide
Suicidio e misteri
Ci ricascano sempre
Brutte figure
Di nuovo Adrian

Conclusioni

Fonti




Giulio Mola

L'ULTIMA PARTITA inchiesta

editore FRILLI EDITORI
edizione 2010
pagine 336
formato 14x21
plastificato con alette
tempo medio evasione ordine
5 giorni

17.80 €
17.80 €

ISBN : 978-88-7563-537-4
EAN : 9788875635374

 
©1999-2020 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com