motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
SULLE TRACCE DI ALERAMO
Dalla Borgogna al Monferrato
"Sono passati più di mille anni - millecinquanta, per la precisione - e, per avere qualche elemento certo sull'origine degli aleramici, dobbiamo contare ancora e comunque sul documento di fondazione dell'abbazia di Grazzano, nel 961. Da lì, infatti, apprendiamo i pochi dati sicuri a disposizione sulla famiglia prossimale del nostro primo marchese:
- tutti i convenuti dichiarano di professare la legge Salica;
- il padre, Gugliclmo, è ormai morto alla data dell'atto;
- la seconda moglie, Gerberga, è figlia di Berengario, Il del suo nome, re d'Italia;
- dei tre figli, tutti di primo letto, Anselmo e Oddone sono viventi, Guglielmo è morto e l'abbazia viene fondata proprio in sua memoria."
Comincia così, da questa introduzione, un lungo e avventuroso viaggio sulle tracce dei primogenitori di Aleramo e di suo padre Guglielmo. Il percorso di ricerca si snoda attraverso l'Alcramo di Troycs morto a Barcellona, l'Auteramo di Modena e Cittanova, gli Alcramici di Lodi, e poi ancora seguendo l'Aleramo del Vexin nelle sue lunghe peripezie al servizio di Carlo il Calvo, di Ludovico il Balbo e infine di Carlo il Grosso, nel bel mezzo dell'assedio normanno a Parigi e, subito dopo, nella temperie delle lotte per la successione che porteranno Eudes sul trono di Francia.
Oltre ai citati, molti altri personaggi di rilievo vengono indagati nel testo. Ricorrendo ad ogni fonte attendibile, si delineano le figure di Lotario e di suo figlio Ludovico, dell'abate Geilo o Geilone, vescovo di Langres, dell'arcivescovo di Reims Folco, del marchese di Spoleto Guido, di quell'Anscario che diventerà in Italia marchese d'Ivrea e di altri ancora. Si parla di personaggi, ma si ragiona di famiglie, di potere, di honores che allargano la cerchia delle influenze e consolidano la fama, il prestigio, la tradizione. Il potere, un'altra volta.
Non tutte le domande hanno trovato una risposta certa. Ma, lungo il viaggio, sono affiorati indizi, segnali, menzioni rilevanti. Alcune delle quali, anche inattese e sorprendenti.


Ci sono personaggi storici i quali, nonostante lunghe e spesso estenuanti ricerche, restano comunque avvolti dalla leggenda e da ben poche certezze: uno di questi è sicuramente Aleramo, erroneamente definito come "primo marchese di Monferrato".
Nel corso del 2011 la nostra Associazione decise di dedicare l'attività principalmente alla ricerca delle origini del marchesato di Monferrato, concentrandosi quindi su Aleramo ed i suoi primi discendenti. Tale ricerca è stata possibile grazie al prezioso contributo di Giancarlo Patrucco - non nuovo a tali analisi - il quale ha dedicato molto del suo tempo ad un'indagine i cui frutti oggi si concretizzano con la pubblicazione di questo volume.
La figura di Aleramo resta e resterà in parte leggendaria, come da noi stessi ribadito in più occasioni - ad esempio, in occasione dell'intervento a RAI2 Voyager - e se abbiamo poche sicurezze sull'Aleramo "giovane" ancor Meno ne possediamo sull'Aleramo "anziano" considerato che, successivamente alla concessione del diploma imperiale del 967, ne perdiamo le tracce e la stessa sepoltura nell'Abbazia di Grazzano resta solo un'ipotesi.
Non possiamo dimenticare come la figura di Aleramo suscitò un considerevole interesse da parte di Giosuè Carducci, il quale nei suoi scritti dedicò un considerevole spazio alla leggenda ed alla ricostruzione delle vicende storiche seguite alla sua venuta in Piemonte.
Lo scritto di Patrucco apre, inoltre, la strada a nuovi e più intensi rapporti con la Francia il cui ruolo, nei confronti del futuro marchesato monferrino, risulta ancora oggi in parte sottovalutato: si pensi, ad esempio, ad Anne d'Alençon (marchesa nel Cinquecento) ed ai Gonzaga Nevers (duchi di Mantova e Monferrato nel Seicento).
Ringrazio infine chi, come in precedenti occasioni, ha voluto sostenere lo sforzo per la pubblicazione di questo volume, ovvero: la Regione Piemonte, il Consiglio Regionale del Piemonte, la Fondazione CRT e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

ROBERTO MAESTRI
PRESIDENTE CIRCOLO CULTURALE
I MARCHESI DEL MONFERRATO
INDICE

ROBERTO MAESTRI
LORENZO CARLINI

INTRODUZIONE
L'onomastica
Scheda 1 - La genealogia aleramica
Scheda 2 - La dinastia degli Aleramici di Monferrato
I tempi e i luoghi
La questione del potere

PRIMA PARTE
Tracce
Aleramo di Troyes
Auteramo di Cittanova

SECONDA PARTE
Aleramo II di Troyes (?)
Parentele, alleanze e cerchie
I Normanni
La disputa per il trono di Francia
Aleramo di Vexin
Conclusioni

PARTE DOCUMENTALE
Gli Aleramici (leggenda e storia)
Anno 826
Anno 855 (?)
Anno 871
Anno 876
Anno 879
Anno 892
Anno 898
Anno 904
Anno 935 (?)
Anno 967

BIBLIOGRAFIA
Fonti primarie
Fonti secondarie




Giancarlo Patrucco

SULLE TRACCE DI ALERAMO

editore MARCHESI DEL MONFERRATO
edizione 2013
pagine 144
formato 16x24
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

15.00 €
15 €

ISBN : 978-88-97103-05-9
EAN : 9788897103059

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com