motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
I TESORI DELLA VALLE DI TUFO
Episodi veri per una storia vera. Personaggi, luoghi, tesori autentici e presunti animano le vicende accadute fra Torino e la valle dei Saraceni di Ottiglio Monferrato. Amicizie e amori esclusivi, trascorsi fra antichi documenti in cui si favoleggia di estese e diramate grotte, rifugio di terribili predoni. Il rapporto esclusivo fra una grande pittrice e il suo allievo. Questo narra la storia. La vicenda conduce a un autentico tesoro ritrovato: centinaia di dipinti di Matilde Izzia, numerosi dei quali oggi si possono ammirare presso alcune sale del complesso monumentale di Santa Croce Di Bosco Marengo.
L'ultimo libro di Lorenzo Fornaca è l'ideale proseguimento del volume Monferrato Splendido Patrimonio, che tanto consenso ha suscitato negli appassionati di storia e arte del Piemonte.
I Tesori della Valle di Tufo s'impongono all'attenzione per la piacevole lettura e la trama avvincente.


E' tutto vero in questa storia. Anche i nomi dei personaggi. Una vicenda che cattura il lettore, animata da una precisa intenzione: raccogliere, nel complesso monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo, con l'aiuto di Gianfranco Cuttica di Revigliasco - direttore presso il Museo Vasariano di Santa Croce - le straordinarie
opere di Matilde Izzia (nella foto al Romito). E fra esse una tela
in particolare, di eccezionale fattura e grande suggestione: La
Pietà, dipinta nel 1951, quando Matilde Izzia aveva vent'anni.
Nel decennale della scomparsa di Aldo di Ricaldone, uno dei- miei autori più apprezzati e autorevoli, la mia casa editrice pubblica un racconto che porta in luce aspetti inediti della sua vita e della moglie, la pittrice Matilde Izzia.
I Tesori della Valle di Tufo intende così contribuire a onorare la figura e l'opera di questo straordinario interprete della storia della nostra terra. Ancora oggi, il colossale lavoro di Aldo di Ricaldone appare in tutta la sua originalità, appassionante per la vastità, il disegno d'insieme, la capacità di far rivivere figure ed eventi di una regione unica al mondo: il nostro amato Monferrato.

Lorenzo Fornaca

Presentazione dell'autore

In Lorenzo Fornaca saluto l'amico e l'editore che sin dall'inizio ha creduto in quest'impresa. Ma ciò che appare un traguardo non è che il punto di partenza. Altre centinaia di dipinti di una delle più originali interpreti dell'arte italiana del secondo '900, moglie del famoso storico Aldo di Ricaldone, attendono, infatti, di essere portate in luce e ammirate come meritano.
Questo racconto che nulla inventa è solo una tessera di un più ampio mosaico. Narra del rapporto fra la grande artista monferrina e un suo allievo. Ma è solo nel finale che le aspirazioni si realizzano in modo stupefacente cancellando le barriere che il tempo e la morte erigono.
In uno dei più affascinanti (e meno noti) siti d'arte, fede e storia del Nord Italia oggi si possono ammirare decine di dipinti di Izzìa, miracolosamente sottratti all'oblio.
Gianfranco Cuttica di Revigliasco, Roberto Coaloa e Lorenzo Fornaca sono gli artefici di questa importante scoperta.
Paesaggi, volti e figure di grande suggestione. Opere d'arte che attendono di essere interpretate e che a pieno titolo entrano nello Splendido Patrimonio del Monferrato, così ben descritto nell'ultima pubblicazione di Lorenzo Fornaca.

Mario Paluan
SOMMARIO

Presentazione dell'editore
Presentazione dell'autore
Introduzione Stile monferrino Matilde Izzìa di Ricaldone tra Moleto e Bosco Marengo di Roberto Coaloa
Il Monferrato di Matilde e Aldo
Il libro di Mario Paluan
In ricordo di Matilde


PRIMA PARTE
Torino, 45 anni fa. In viaggio verso i Saraceni
Anubi l'egiziano, un terrier approssimativo ma speciale
La mia stanza. Dormirci è privilegio per pochi
La lepre che non vuoi farsi mangiare
I Saraceni alle porte. Inizia una storia incredibile
Una forza misteriosa impedisce il brindisi
1122 anni fa. Dalla Provenza arrivano a Moleto i Saraceni
Verso le caverne dei Mori
L'interno del Romito. Scrigno di meraviglie
Torino, 1966 - Un passo indietro; facciamo conoscenza al ristorante
Fra migliaia di racconti e vicende una figura inquietante
È ora di partire. Nel più nero sconforto
Evviva! Di nuovo al Romito. Ancora i Saraceni
Le caverne dei Mori
Scambio di confidenze con M. mentre scendiamo verso il rio
Una scena imbarazzante
Tre spettri con la candela in mano aspettano il diluvio; la notte dei cordini
Sotto l'azzurro cielo del Monferrato
Cleopatra tiene bottega a Olivola
Giuliana, la rosa antica di Ottiglio
Verso le cave di Moleto. Ovvero verso la luna
Il tesoro si nasconde ancora

SECONDA PARTE
Il successo bussa alla loro porta. Sono geloso
La fortuna a portata di mano e tanti progetti
Una telefonata che mi fa sobbalzare
I bar di Torino e le confidenze di M.
Le intemperanze di A. e il materialismo storico di Karl Marx
Il piccolo studio di via Cigliano. Deposito di quadri
Con la prima moto in prestito verso la casa di tufo
L'ex console del Portogallo e l'asso di picche...
Alcuni anni dopo. Cosa stavano cercando in via Cigliano?
Pierre-Marie si dichiara; qualche speranza per i quadri di M.
Ultimo dell'anno al Romito. Non siamo più in tre
La Giulietta spider, oggetto del desiderio
Torino. Al chiaro di luna con M.
Da Kabul al Romito. Ma loro pensano ad altro
Una sciocchezza imperdonabile
Vado a trovare M. mentre insegna a scuola
Il fumo lo vedo già all'imbocco della stradina
Gli inglesi
Matilde Izzia l'artista
La Venere di argilla non è più al Romito
1993. Il più importante critico d'arte italiano varca la soglia del Romito

TERZA PARTE
Matilde in visita a Milano
Un salto indietro nel tempo. La diciottenne dalle spalle forti
La storia a ritroso continua. D. incontra M. e A.
Torino. Qualche tempo prima della visita di M. a Milano
Qualche mese dopo. Ai piedi del gran camino del Romito
L'amica italo-inglese di M. e una pessima notizia
Una visita di lavoro
Poco tempo dopo al Romito. Nessuno è quello di prima
All'ospedale di Vercelli, e poi arriva il fulmine

QUARTA PARTE
I genitori
Dopo due mesi
Qualche tempo dopo. Un altro giorno di pena
In barca sul lago di Garda
Primi giorni di settembre

QUINTA E ULTIMA PARTE
L'EPILOGO
14 aprile 2012 - Santa Croce di Bosco Marengo
24 giugno 2012. Matilde trova finalmente casa!

Biografia e bibliografia
Amici e parenti
Complesso monumentale Santa Croce di Bosco Marengo
La Pietà, commento all'opera riprodotta in copertina






Mario Paluan

I TESORI DELLA VALLE DI TUFO

editore L'ARTISTICA - LORENZO FORNACA
edizione 2013
pagine 208
formato 15x21
plastificato con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

12.00 €
10.00 €

ISBN : 978-88-7320-329-2
EAN : 9788873203292

 
©1999-2020 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com