motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
TERRAZZI E PICCOLI GIARDINI
Un piccolo giardino, un terrazzo o, semplicemente, un balcone offrono la possibilità a chi lo possiede di essere a contatto con la natura, di seguirne i suoi ritmi. di gioire per i colori, le forme. le fragranze che appaiono sempre mutevoli. Le piante richiedono cure attente e competenti. tuttavia ricambiano sempre con grande generosità chi loro si dedica: anzi l'occuparsi della vegetazione serve anche a riempire i vuoti o le difficoltà che, a volte, nella vita si possono incontrare.
Questo libro si propone di raccontare una settantina di luoghi poetici, privati, quasi sospesi nell'aria o nascosti alla vista per difendere la privacy. presenti a Torino e nelle sue immediate vicinanze. Essi sono documentati con l'occhio attento e sensibile della macchina fotografica di Paolo Santonè e di Gianpietro Zanardi con l'intento di apprezzare e trasmettere la cultura botanica raffinata presente in ogni realtà, e le soluzioni progettuali innovative o tradizionali adottate.
Chi legge viene come invitato a salire su di una immaginaria mongolfiera e a seguire una serie di itinerari per conoscere un patrimonio verde e fiorito, ricco e variegato, suggestivo ed inaspettato, che nota soltanto chi camminando alza lo sguardo e sa concedersi il lusso di qualche pausa, ripensando un poco la sua vita in termini di meditazione ed introspezione, di amicizia e di gioco, di amore e di convivialità. A tutto questo un angolo verde dovrebbe, infatti, invitare.
La presente pubblicazione si inserisce nel percorso di studio intrapreso, una ventina di anni or sono, a livello di didattica e di ricerca, sul giardino storico e contemporaneo dal settore di Floricoltura del Dipartimento di Agronomia, selvicoltura e gestione del territorio dell'Università di Torino.
Questo libro vorrebbe trasferire ai lettori alcuni motivi di attrazione: l'incantevole bellezza, il grande interesse botanico e le tante piccole storie fatte di sensibilità e poesia che ciascun proprietario, con notevole generosità, ci ha regalato.


PREMESSA

Un terrazzo a Torino è un coraggioso atto di amore e dedizione; tutto sommato i giorni d'uso sono pochi, da fine maggio a fine settembre: quattro mesi. I restanti otto sono fatti di letargo, lavoro e di gioie. Un terrazzo non è soltanto sedersi al fresco tra fiori, foglie e frutti nei pochi mesi d'estate... Per chi ha passione, è fatto di molti momenti gradevoli: i primi narcisi a sbucare e a fiorire, i giacinti con i loro profumi forti ed indimenticabili e le prime viole... come le prime rughette o il profumo estivo di rose, gelsomini e delle foglie del basilico, sono tra le tante gioie...
Infatti, impareggiabili possono essere le fioriture delle rose "da terrazzo", scelte tra le più rifiorenti e le meno vigorose, come sono le fioriture prolungate, nelle terrazze non troppo esposte ai rigori del freddo, del gelsomino della Cina, il sempreverde Rhyncospermum jasminoides, l'indiscusso padrone delle innumerevoli terrazze di Roma, dove, forte della sua robusta e affascinante invadenza ha preso il sopravvento su tutto e su tutte le piante, coprendo con il suo aggraziato e lucido fogliame tutte le prevedibili magagne di una capitolina maniera di costruire... Meravigliose sono quelle sere di fine maggio quando, a zaffate, il profumo dei suoi stellati fiori passa da terrazza a terrazza, da vicolo a vicolo...
Le terrazze, ottenute spesso nelle ristrutturazioni di attici cittadini sono il risultato di una evoluzione giardiniera e stilistica recente. A Roma come a Parigi, a Torino come a Milano, il mondo del terrazzo si nutre di un moderno evolversi e della sua giusta, inevitabile e rapida diffusione: coltivare un terrazzo al di fuori di Roma, dove tutto è più facile, può diventare una vera e raffinata arte: uno speciale giardinaggio fatto di consuetudini e d'astuzie di mestiere. Un'attitudine tutta particolare che diventa complice di un mondo a sé stante, dove per necessità dominano vasi, contenitori e fioriere sempre "soppesati" in una precisa ricerca che coniuga gli apprezzati pregi della leggerezza e della funzionalità.
Grazie ai venti frequenti delle valli di Susa e di Lanzo, le terrazze di Torino, spesso fresche e arieggiate anche d'estate, sono più sane e robuste, per esempio, di quelle di Milano: dove lo stagnare dell'aria e la mancanza di fiumi e di colline
[..]



SOMMARIO

PREMESSA - Paolo Pejrone

INTRODUZIONE - Elena Accati

PRIMO ITINERARIO - Da piazza San Carlo a Corso Picco

SECONDO MNERARIO - Da via della Rocca a via Ventimiglia

TERZO ITINERARIO - Da via Santa Teresa a Largo Re Umberto

UN TERRAZZO PARTICOLARE - Anche l'uva in terrazzo

QUARTO ITINERARIO - Il liberty torinese

QUINTO ITINERARIO - Il Quadrilatero romano

SESTO ITINERARIO - Dall'industria a luogo dell'abitare

SETTIMO ITINERARIO - Precollina e collina

OTTAVO ITINERARIO - Appena fuori porta

CONCLUSIONI

POSTFAZIONE - Anna Peyron

LETTURE IN ARGOMENTO




Elena Accati

TERRAZZI E PICCOLI GIARDINI

editore DANIELA PIAZZA
edizione 2010
pagine 358
formato 24x30
cartonato con sovracoperta a colori
tempo medio evasione ordine
2 giorni

59.00 €
59 €

ISBN : 978-88-7889-243-9
EAN : 9788878892439

 
©1999-2018 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com