motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
TEMPESTE E CHAMPAGNE
I grandi Liners del Nord Atlantico
INTRODUZIONE

Nell'autunno del 1976 la Società di Navigazione Italia di Genova mi mandò a Portovenere (La Spezia) dove si trovavano all'ancora, in disarmo, la Michelangelo e la Raffaello.
Il mio incarico aveva un duplice scopo: dovevo sovrintendere alla sicurezza dei due grandi transatlantici e, se necessario, affiancarmi ai dirigenti della società durante le eventuali visite di gruppi interessati all'acquisto.
Fu l'unico periodo della mia lunga carriera di mare in cui mi annoiai a bordo.
Dopo aver eseguito i controlli e le opportune ispezioni, mi intrattenevo spesso a parlare con le poche persone dell'equipaggio rimaste a bordo e, ovviamente, si parlava di navi.
Ci rendevamo conto di aver avuto il privilegio di far parte degli equipaggi degli ultimi liners, ma le cose purtroppo erano cambiate; infatti, erano finiti proprio con quelle due navi i collegamenti marittimi per passeggeri dall'Europa all'America e non solo per le navi italiane, ma per quelle di tutte le nazionalità: la nave, prima surclassata, era stata poi vinta ed esclusa dai traffici dall'aereo, dal jet.
Mi venne così l'idea di scrivere la storia di quelle e di altre navi di linea, che sapevo ricca di avventure belle e brutte e di tanto fascino.
Il mio incarico a Portovenere finì quando le due ammiraglie furono vendute.
Ripresi a navigare e, per dar corpo alla mia idea, incominciai a raccogliere notizie, testimonianze e documenti, mentre nei vari porti non mancavo di visitare biblioteche e musei del mare.
Credo sia doveroso anzitutto puntualizzare che questo saggio riguarda solo ed esclusivamente i più importanti transatlantici da passeggeri, a motore, di ogni bandiera, che per quasi due secoli solcarono nei due sensi il nord Atlantico.
Non sono nominate altre belle unità che erano impiegate in itinerari diversi.
È una storia finita perché le grandi navi da passeggeri che si costruiscono oggi sono progettate per crociere che si effettuano in acque generalmente tranquille e appartengono a un mondo completamente diverso.
Mancano le componenti di disagio, rischio e pericolo, il terrore dell'oceano in tempesta, l'ansia e l'avventura che caratterizzano i viaggi di trasferimento.
Manca, nelle nuove costruzioni, l'invenzione, perché le belle navi da crociera - che anch'io ho avuto il privilegio di comandare per molti anni - si assomigliano tutte e a loro volta assomigliano ai più lussuosi hotels delle spiagge famose e di Las Vegas.
Manca nell'arredamento il legno - giustamente eliminato perché responsabile di tanti drammatici incendi - che col suo calore e i suoi scricchiolii bastava a trasformare una modesta sala in un ambiente di lusso... per questo le nuove "città galleggianti" fanno pensare a certe meravigliose fanciulle, che fanno sognare le fiamme dell'inferno ma non sanno dare il calore di un fiammifero.
INDICE

Introduzione

Primo capitolo. Inizi difficili per le navi a vapore del nord Atlantico
Le città galleggianti
Scoppia la rivalità tra velieri e navi a vapore
Perfezionamenti e nuove dimensioni
Il Canale di Suez e le grandi innovazioni tecniche
Rivalità tra le navi e tra le nazioni
Sua maestà l'Oceano Atlantico
Nuovi grandi velieri mercantili
Il risveglio britannico
Tre superbe white star liners,ma la Titanic affonda subito
Un chàteau sur l'Atlantique (un castello sull'Atlantico)
Il Canale di Panama
Un grandioso, inutile impegno germanico
Il mondo drammatico degli emigranti

Secondo capitolo. Splendidi liners tra le due guerre
La Prima Guerra Mondiale
Fine delle "black gangs" ed ancora progressi
Il motore Diesel
Nasce il grande rivale
Le navi degli anni Venti
Due grandi navi tedesche
Ancora rivalità transoceanica
Le marinerie italiche passano dalla vela al motore
Oltre le 20.000 tonnellate
Rex e Conte di Savoia sulla rotta del sole
Francia e Inghilterra puntano sull'enorme
Un gigante francese: la Normandie
Due grandiose queens (regine) inglesi
Sopra tutte le navi vola l'aereo
Quegli ultimi anni felici

Terzo capitolo. Una fine annunciata
È ancora guerra
Si ricomincia
Il risveglio americano
Moderne navi italiane per il Nord America
L'affondamento dell'Andrea Doria
Una premessa
Il dramma
Il viaggio della Pietà di Michelangelo
Un passeggero eccezionale
L'aereo brucia i tempi
La Società Italia potenzia la flotta
Due gravi eventi di mare
Un incendio a bordo della Raffaello
La Michelangelo devastata da un'onda anomala
Tutti costruiscono grandi navi
Stati Uniti
Inghilterra
Francia
Olanda
Una fine annunciata
Il congedo
I Nastri Azzurri

Bibliografia
Glossario minimo
Indice analitico




Giovanni Sbis

TEMPESTE E CHAMPAGNE

editore FRILLI EDITORI
edizione 2009
pagine 208
formato 15x21
plastificato con alette
tempo medio evasione ordine
5 giorni

14.00 €
14.00 €

ISBN : 978-88-7563-350-9
EAN : 9788875633509

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com