motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
GLI ANTICHI STATUTI DI BRA
Riproduzione anastatica del codice originale
trascrizione e traduzione italiana

Introduzione, indici, glossario, appendici e breve scelta di passi di Ordinati braidesi dal 1356 al 1388


La nostra legislazione statale ha stabilito, qualche anno fa, che tutti i comuni si dotassero -...con i controlli previsti...- di un complesso di norme basilari per la loro attività amministrativa, detto "statuto". Anche Bra ha dovuto provvedervi.
Con l'occasione, la città ha meritoriamente pensato di accomunare a quest'iniziativa statale della fine del sec. XX una nuova edizione dei suoi "statuti" del medioevo: la ristampa e la traduzione divulgativa sono state affidate al prof. Edoardo Mosca, noto per il proficuo e continuo interesse per gli statuti e la storia di Bra. La realizzazione dell'encomiabile iniziativa non è stata semplice: giunge a conclusione dopo la dolorosa scomparsa dello studioso braidese, membro della Deputazione subalpina di storia patria. Il suo lavoro è ora a disposizione di tutti, specialisti e semplici cultori, grazie alla sensibilità degli amministratori comunali per i legami col passato. Ogni comune italiano ha ormai eleborato il suo attuale "statuto": rarissimi sono stati quelli che in tale occasione hanno inteso riallacciarsi idealmente all'antica autonomia normativa rappresentata dagli statuti medievali. In Piemonte Bra è stata quasi unica in tal senso.
In effetti, gli statuti medievali sono ben diversi da quelli attuali, come ben diversa e più ridotta è l'autonomia di cui oggi gode un comune: sotto la parvenza di restituire alla periferia qualche briciola decisionale, lo Stato centrale continua a conservare gran parte di quei poteri, che via via ha acquisito in età moderna e contemporanea. In Italia il comune nei secoli del basso medioevo era il cardine della vita associativa, ma è venuto poi perdendo progressivamente terreno a favore di organismi di più vasta portata, in primo luogo lo Stato.
Gli statuti erano l'espressione normativa di questa posizione del comune medievale: se si scorre anche solo l'indice di quelli di Bra, si vede che essi non riguardavano solo la vita amministrativa locale (cariche comunali, diritti e doveri dei cittadini, viabilità, boschi e beni della comunità, attività commerciali...), ma anche settori oggi riservati alla legislazione statale, come il diritto penale, il processo civile e penale, il diritto privato, l'imposizione fiscale.
[..]


INDICE DEI CAPITOLI

Prima collazione dell'ufficio del signor podestà, dei consoli e loro giuramento [..]

Collazione sull'elezione degli ufficiali [..]

Collazione dei reati gravi [..]

Galeazzo Visconti vicario imperiale generale di Milano [..]

Collazione di danni dati nei beni extraurbani [..]

Collazione su quanto è di ingombro per le vie e sulla manutenzione dei fossi [..]

Collazione dell'ufficio dei porcari, dei vaccari, dei tessitori, delle tessitrici, dei sarti e dei rivenditori al minuto e loro giuramento [..]

Collazione del registro, delle tassazioni e di quanto ad esse attiene [..]

Collazione di fatti diversi [..]





traduzione di Edoardo Mosca

GLI ANTICHI STATUTI DI BRA

editore L'ARTISTICA
edizione 2002
pagine 480
formato 19x27
legatura cartonata con sovracoperta colori
tempo medio evasione ordine
5 giorni

60.00 €
60 €

ISBN : 88-7320-057-5
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com