motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
ANTONIO GUARENE - IN PUNTA DI MATITA... 2
50 anni di Palio & altro
Ironia, sorrisi, anedotti, storie vere, nuove proposte, la voce dei borghi e dei protagonisti del Palio di Asti

I drappi di Antonio Guarene
Geometrie di luce e colore per

il Palio dí Asti 2018
di Marida Faussone

Cogliere l'essenza del Palio, rievocazione complessa ed affascinante perpetrata dal passato astese alla società contemporanea, è ogni anno avventura ardua per il Maestro designato a dipingere i due labari, cuciti sul velluto cremisi, emblematici riferimenti percettivi ed emotivi di borghigiani, cittadini e turisti. Un doppio impegno, gravato da vincoli simbolici e iconografici (l'effigie del Santo Patrono a cavallo, recante il vessillo ed il plastico della Città, lo stemma comunale, l'iscrizione e l'Anno Domini) alla libera creatività dell'artista. Dal 1967, anno della ripresa della manifestazione, le Amministrazioni Comunali affidarono l'incarico di concepire i drappi, per la Collegiata e per la corsa, a numerosi artisti contemporanei di formazione e poetiche diverse, alternando linguaggi ed esiti stilistici. Lungo i decenni Sessanta- Settanta, la raffigurazione storicizzante di Gea Baussano accompagnò undici edizioni (1967-1971; 1973-1974; 1976- 1977; 1980; 1982), riallacciando l'ideale legame con il padre Ottavio Baussano (Asti 1898-1970), creatore dell'immagine scenografica del Palio tra il 1929 ed il 1935, sotto il Podestà Vincenzo Buronzo, mediante la grafica araldica dei manifesti, l'ideazione dei figurini per i costumi e la decorazione dei pannelli del Carroccio. L'originaria iconografia cavalleresca fu serbata soltanto nel 1978 da Gianni Peracchio, ma interpretata con vivacità espressiva dai giovani promettenti pittori astigiani di quegli anni: nel 1972 da Silvio Ciuccetti (autore dei variegati e dinamici drappi del 2006) e nel 1975 da Ottavio Coffano, antesignano, tra i Maestri scenografi eletti nel successivo decennio Ottanta, Emanuele Luzzati (1983, 2005) ed Eugenio Guglielminetti (1984, 2003). La schiera dei pittori astigiani si arricchì nel tempo, da Amelia Platone (1981) a Giovanni Buoso (1996), Paolo Fresu (1997), Carlo Carosso (2000, edizione Giubilare), Piero Sciavolino (2013), accanto ad illustri personalità: Paolo Conte (2007), Ugo Scassa (2010). Dal mondo della comunicazione, comparvero le creazioni di Flavio Piras (2008), Natà Rampazzo (2009) e del giovane grafico Diego Lagrosa (2012). La consolidata cerchia torinese dell' Accademia Albertina fu rappresentata con continuità generazionale dal Maestro Enrico Paulucci (1987), Francesco Tabusso (1989), Francesco Casorati (1991), Giacomo Soffiantino (1992), Piero Ruggeri (1993), Mauro Chessa (2016), Giorgio Ramella (2017); più appartate, le ricerche di Ezio Gribaudo (2002), Ugo Nespolo (2000), Enrico Colombotto Rosso (2004). Cauto, pur innovativo, permase l'apporto degli scultori: Giuliano Vangi (1994), Luigi Mainolfi (1995), Floriano Bodini (1998), Sergio Unia (2015). Brevi incursioni su ampi orizzonti del Novecento proposero personali soluzioni pittoriche: Guido Tulelli (1985), Ernesto Treccani (1986), Remo Brindisi (1988), Claudio Bonichi (1990), Gigino Falconi (1999), Radu Dragumirescu (2001).
[..]

SOMMARIO

I drappi di Antonio Guarene
di Manda Faussone
Intervista ad un astigiano doc
di Armando Brignolo
lo e il Maestro Guglielminetti e la rinascita del Palio
di Cristiana Luongo
L'idea di correre il Palio in Piazza Alfieri
di Piero Fassi
La corsa del Palio in Piazza
30 anni di Palio in Piazza Alfieri 1988-2018
L'eco della Stampa
Maestro Guarene: umorismo e astigianità
Homo ridens di A. Guarene
L'umorismo, la satira, la parodia di A. Guarene
Il Palio, i tamburi e l'armigero solitario di A. Guarene
Hanno detto di lui
Comunicazione e grafica
Partecipazioni a rassegne internazionali di grafica umoristica
Premio Asti d'appello
Musica Maestro!
Mangia e bevi
Ride si sapis di A. Guarene
L'angolo di Guarene
I cavalli di Guarene
Arti e mercanti
Le dame, i cavalieri, l'arme, gli amori
Costumi firmati ...
I monumenti progettati per la sua città

RACCONTI DI PALIO
testimonianze e interviste

Palio 1935 di Felice Appiano
Palio 1967 di Luigi Garrone
Palio 1973 di Gianfranco Imerito
Palio 1974-1975 di Silvano Ghia
Storie di uomini e di cavalli di Felice Appiano
Berzano ricorda il Sindaco del Palio
L'attrice Anna Bolens al Palio di Asti ed i tre Garrone di Luigi Garrone
Lorenzo Ercole: primo storico rettore del comitato palio San Martino San Rocco intervista di Max Elia
Piero Fassi: Tanaro Trincere Torrazzo "3T" intervista di Cristiana Luongo

La parola ai RETTORI
interviste di Max Elia, Cristiana Luongo, Lorenzo Fornaca

L'albo d'oro, i vincitori del Palio dal 1967 al 2017

Lune di stagnola e tarocchi dipinti sotto la lente soroptimista
di Marida Faussone

Il Soroptimist di Asti per il Palio: la Pergamena d'Autore

I CAPITANI del Palio di Asti




Antonio Guarene

IN PUNTA DI MATITA? 2

editore COMUNE DI ASTI - LORENZO FORNACA
edizione 2018
pagine 208
formato 24,5x30
plastificato con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

28.00 €
28.00 €

ISBN : 978-88-99731-30-4
EAN : 9788899731304

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com