motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
IL PORTO DI GENOVA
La storia, i privilegi, la politica
Cinquant'anni di vita del porto di Genova: dagli anni sessanta, alla riforma portuale del 1994, fino all'odierna sfida trasportistica del "villaggio globale". L'autore ha vissuto in prima persona le tappe principali di questa evoluzione (seguendo fra l'altro l'iter della legge di riforma come presidente della Commissione portuale di Confitarma) e conosce dall'interno le cause del ritardo evolutivo dei porti italiani, culminato nella crisi dei primi anni ottanta. La ripresa seguita alla riforma, peraltro, si è esaurita già nel 2000, per saturazione delle infrastrutture: problema che richiede oggi soluzioni lungimiranti e innovative. L'analisi della portualità italiana è completata dalla valutazione dell'alto costo che la sua arretratezza impone allo sviluppo nazionale.
La ritardata evoluzione portuale può essere anche esempio di un'incapacità politica di subordinare gli interessi particolari alle esigenze collettive. Questa prospettiva, che caratterizza tutta la seconda parte del libro, sfocia nella proposta di un nuovo equilibrio fra il ruolo del mercato e quello dello Stato, secondo l'autore destinato a diventare elemento portante sia della competitività economica, sia dell'evoluzione sociale del sistema. Non si tratta, evidentemente, di tornare al vecchio "Stato imprenditore", bensì di ripensare radicalmente il ruolo delle parti sociali e le possibili sinergie intese a realizzare uno Stato socialmente moderno.


INTRODUZIONE
Riccardo Roscelli

Ho conosciuto Bruno Musso aTorino, alla fine degli anni sessanta, pur essendo nato e vissuto a Genova fino a venticinque anni.
Si discuteva in quel periodo quasi di tutto: della necessità di riforme nel modo di produzione industriale, di superamento della divisione del lavoro, di un rapporto diverso tra la fabbrica fordista, il territorio e l'ambiente.
Ci saremmo poi confrontati sull'idea di realizzare una specie di "comune agricola", fondata più su una concezione di rispetto e valorizzazione dell'ambiente e sull'idea (etica) di evitare lo spreco di risorse scarse e non facilmente riproducibili, che non sul mitico (e bucolico) ritorno alle origini, per non lasciarsi contaminare da un eccessivo e contraddittorio sviluppo tecnologico, in una sorta di luddismo irragionevole e non motivato.
Quello che mi stupiva allora di Bruno - e che mi stupisce ancora adesso - era la passione e la freschezza del suo pensiero; la disponibilità a riflettere se criticato; a rivedere e a riorganizzare costantemente la propria posizione, fornendo nuove argomentazioni.
Ciò che ci univa nell'interesse alla discussione credo fosse dovuto a una matrice culturale per una metà tecnico-scientifica e per l'altra metà umanistica e socioeconomica, frutto di un'impostazione un po' illuministica, che vorrebbe tendere alla soluzione di problemi secondo procedure razionali.
La razionalità, in altri termini, dovrebbe agevolare la riconciliazione di punti di vista divergenti e di differenti graduazioni di valori, se ricerchiamo soluzioni buone anziché ostinarci all'inseguimento di soluzioni ottime.
Secondo Herbert Simon, il meccanismo di mercato può fornire il sistema per giungere a soluzioni accettabili, anche se il livello ottimale rimane fuori portata.
La realtà è però ben diversa da come "dovrebbe essere" e così le contraddizioni e gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento di obiettivi che paiono logici, positivi e a portata di mano rendono invece il percorso ben più complesso e accidentato.Talvolta poi i risultati, se conseguiti in tempi diversi da quelli giusti, possono generare persino effetti e conseguenze negativi.
Se non si "coglie l'attimo", spesso è impossibile recuperare o persino riprendere l'argomento.
[..]
INDICE

Introduzione

Riccardo Roscelli

PARTE I: La storia del porto di Genova
1. Anni sessanta: il porto storico
1. Quadro di riferimento portuale
2. Gli anni sessanta: l'evoluzione tecnologica

2. Anni settanta: la grande crisi
1. Modelli organizzativi di riferimento
2. Opposizione al cambiamento
3. Storia dell'organizzazione
4. Evoluzione dei traffici

3. Anni ottanta: i primi tentativi di riforma
1. Primi tentativi di intervento
2. La presidenza D'Alessandro
3. Lo scontro
4. Primi cambiamenti reali
5. La preparazione della legge di riforma

4. Anni novanta: la riforma
1. La presidenza Magnani
2. Il nuovo scontro
3. La legge di riforma portuale
4. Le difficoltà iniziali
5. "Limlposcata"
6. La fase finale

5. Anni duemila: la nuova crisi
1. Punto di saturazione
2. Prospettive logistiche
3. Trasporto terrestre e logistica
4. Trasporto marittimo e feeder
5. Soluzioni alternative

6. Costo dell'arretratezza portuale per il "sistema Italia"
1. Il porto, elemento strategico
2. Porto e flotta
3. Porto e hinterland
4. Porto e occupazione

PARTE II: I privilegi e la politica
7. L'esperienza portuale e la politica
1 . Le contraddizioni della politica
2. Fotografia dell'esistente distribuzione dei redditi
3. Rapporti con ilTerzo mondo

8. Criteri di ripartizione delle risorse e lotta sindacale
1. Meccanismi distributivi
2. La lotta sindacale come istanza di democrazia
3. La lotta sindacale come spinta evolutiva
4. Altri condizionamenti

9. Più benessere e più equità
1 Massimizzare il benessere
2. Il mercato: funzioni positive
3. Riscoperta dell'importanza della produzione
4. Limiti del mercato
5. Vita lavorativa
6. Euro e rapporti internazionali

10. Il ruolo crescente del soggetto pubblico
1. Stato "pesante"
2. Misurazione del benessere
3. Funzionamento del privato
4. Funzionamento del soggetto pubblico
5. Inefficienza pubblica
6. Inefficienza e corruzione
7. Circoli viziosi: il prevalere delle forze disgregatrici

11. Ipotesi alternative
1. Premesse
2. Gli obiettivi della sinistra
3. Risorse economiche
4. L'anello debole
5. Aziende pubbliche
6. Controllo sulle posizioni di rendita
7. Contratto di lavoro unico
8. Sindacato
9. Sciopero
10. Risultati
11. Nuove forme organizzative
12. Gestione pubblica

Bibliografia
Glossario dei termini tecnici





Bruno Musso

IL PORTO DI GENOVA

editore CELID
edizione 2008
pagine 192
formato 17x24
brossura
tempo medio evasione ordine
6 giorni

22.00 €
15.00 €

ISBN : 978-88-7661-809-3
EAN : 9788876618093

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com