motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
PER CESARE PAVESE
i giorni le opere i luoghi
Percorsi fotografici di Mario Dondero e Paolo Smaniotto
 

EDIZIONE BILINGUE

INGLESE
ITALIANO

A cinquant'anni dalla morte, un appassionante viaggio fotografico nel mondo di Cesare Pavese tra passato e presente.

Fifty years after his death, this book takes the reader on a fascinating photographic journey into the world of Cesare Pavese, uniting both past and present.

  Questo volume nasce, a 50 dalla morte di Pavese, dall'incontro tra due fotografi di età e storie diverse ma accomunati da una lunga fedeltà al bianco e nero come come modo esclusivo e controcorrente d'interpretare la realtà.
Probabilmente solo col bianco e nero si può tentare di approssimarsi allo spirito dei suoi luoghi per restituirci le forti emozioni che hanno accompagnato, nel tempo, i tanti lettori, vecchi e nuovi.
L'Italia di Pavese, pretelevisiva e preconsumistica, era in bianco e nero: prima del "villaggio globale" S. Stefano Belbo era ancora la campagna e Torino la città, due poli opposti tra i quali scorreva la tensione da cui scoccava la scintilla della sua poesia.
Dopo Pavese è cambiato tutto, in Italia e nel mondo, nella letteratura come nella vita: difficile oggi trovare l'altrove come per lui lo fu l'America. Le sue stagioni restano consegnate all'Italia di ieri, ancora contadina, su cui poi tanti hanno provato ad esercitare la nostalgica un po' stucchevole ricerca dell'etàedenica. Nonostante tutto il mito di Pavese, nato grazie al suicidio e prosperato all'insegna del "pavesismo", non si è ancora spento anche in tempi molto distanti dalle sue campagne e città. Ai lettori storici se ne aggiungono sempre di nuovi, le sue opere sono ristampate e i critici ne discutono ancora. Non è poco per uno scrittore che non ha mai fatto concessioni ai gusti del tempo e delle mode.
Molti dei problemi sollevati o sofferti da Pavese, nella vita e nella letteratura, ci riguardano ancora, oggi più che mai. Nell'apparente fissità di luoghi e personaggi, delle stagioni vissute con lui e dopo di lui, questo libro va alla ricerca di quel che resta del suo mondo ma anche di quello che è cambiato nel tentativo di evitare la retorica dell'imbalsamazione per porgere al lettore stimoli e suggestioni nuovi.
Per Cesare Pavese appunto.

INDICE

Prefazione - Francesco Sicilia

Tra memoria e nostalgia.
Viaggio nel mondo di Cesare Pavese - Franco Vaccaneo


Percorsi fotografici
La strada di Canelli - Mario Dondero
La strada di Canelli (fotografie 1989-2000) - Mario Dondero
Candido Bohémien - Corrado Stajano
Un uomo libero - Uliano Lucas
Le stagioni di Pavese (fotografie 1997-2000) - Paolo Smaniotto
La fotografia rivela la verità dell'attimo - Traudl Buckel
Ombre di fine millennio - Eliana Gai

Pavese 50 anni dopo
"Un paese vuol dire..." - Franco Vaccaneo
La lezione di un luogo di frontiera - Guido Quazza

Bio-Bibliografia
I giorni - Brunella Pelizza
Le opere - Brunella Pelizza
Nota

This book is the outcome of a meeting, fifty years after the death of Cesare Pavese, between two photographers quite different in age and background, but united by their longstanding, exclusive use of black and white photography, very much against the trend, to interpret reality.
li is probably only through black and white photography that the spirit of the places Pavese described can come through, albeit only partially, to arouse again the strong emotions felt, over time, by so many readers, both old and new. The Italy of Pavese, pre-television, and pre-consumerism, was black and white. Before the "global village", Santo Stefano Belbo was stili the countryside, and Turin, the city, two opposites between which there flowed a tension that provided the spark for his poetry. Everything changed after Pavese, Italy, the world, literature, and life; today, America is no longer "elsewhere", as it was for him. His seasons have been banished to the stili rural Italy of yesteryear, about which so many have since tried to arouse nostalgia through their somewhat sickening search for the good old days. The legendary figure created around Pavese, resulting from his suicide and the success of "pavesismo" (the literary movement devoted to spreading the work of Pavese), has stili not dieci, even at times so far removed from his countrysides and his cities.New readers are always added to the ranks of old readers; his works are reprinted, and critics discuss him stili. This is no mean feat for a writer that never made concessions for the tastes or trends of his day. Many of the problems raised and suffered by Pavese, in life and in literature, stili concern us, today more so than ever. In the apparent fixedness of places and people, of seasons lived with him and after him, this book goes in search of what remains of his world, but also of what has changed, in an attempt to avoid the rhetoric of mummification, to give the reader new stimuli and suggestions. That is, Cesare Pavese.

 





Franco Vaccaneo

PER CESARE PAVESE

editore FABIANO
edizione 2001
pagine 208
formato 22x21
telato con sovracoperta colori
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

44.00 €
44.00 €

ISBN : 88-87333-46-7
EAN :

©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com