motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
IL PALLONCINO BIANCO
Hamyna è una bella donna di trent'anni. Vive in un piccolo, sperduto villaggio della Tunisia, al confine con la Libia. Dopo aver perso suo marito Raschid, al sesto mese di gravidanza, è costretta a crescere sua figlia Mayotte con il solo sostegno di suo padre e del generoso zio Mohammed. Proprio a casa di quest'ultimo, segue casualmente in televisione un incantevole servizio sull'Italia. Stanca di vivere in miseria, pur di regalare un futuro felice alla figlia, decide di intraprendere il rischioso viaggio della speranza. Sarà un viaggio completamente diverso da come l'aveva sognato.

Tommaso, uno stimato omeopata, corona il sogno di poter aprire un'erboristeria tutta sua. E' sposato da quasi vent'anni con Mara, insegnante elementare. Vivono agiatamente a Meledurche, un piccolo paesino della Barbagìa, in Sardegna. Dopo aver perso la loro unica figlia Alice, di cinque anni, sono costretti a convivere con l'immenso dolore. Dietro le incalzanti richieste di Mara, Tommaso ancora troppo ferito per la perdita della figlia, si arrende e presentano così la domanda di adozione. Si imbatteranno nel difficile mondo delle adozioni e dell'estenuante cammino burocratico.


L'ombra e la luce

Impercettibili scricchiolii, passi silenziosi, sguardi inosservati,
baci mai gustati, parole mai sentite, contatti inavvertiti.
Lei...era presente!!.
La luce calda, flessuosa ed invisibile, elegantemente si muoveva,
accompagnava velata, la sua triste ombra, accarezzandola dolcemente.
Ascoltami...sono accanto a te!!.
Non temere di cadere, io terrò stretta la tua mano,
ti guiderò attentamente, illuminando anche i tratti più tortuosi.
Sono io il riverbero della tua vita, ascolta il battito del mio cuore,
intorno a te danzerà con magica allegria.
In questa breve e annebbiata vita, sarò io la tua stella parallela,
illuminerò sempre la tua notte, con vecchi canti a te sconosciuti.
Raccoglierò teneramente una dopo l'altra, le tue calde lacrime,
per farne dolci ninna nanne.
Ascoltami...sono accanto a te!!.
Se saprai cogliere tra i sussurri del vento, le mie celestiali parole,
le dipingerò apposta per te, con i più sfavillanti arcobaleni.
Non permetterò mai, neppure all'oscurità,
di offuscare la tua malinconica ombra.
Chiederò alla luna di farmi cogliere il suo riflesso,
per farti scrutare il confine tra cielo e terra.
Voglio donarti tutte le mie invisibili espressioni,
per accendere il tuo viso di albe scintillanti.
Ascoltami...sono accanto a te!!.
Ovunque ti seguirò, io e te, immersi tra le infinite rotte della vita,
coglieremo dalla tremolante danza del dolore,
l'esatta direzione, per rinvenire la sola chiave del mistero.
Quando attraverseremo, tenendoci per mano, la luce del tramonto,
lo spirito invisibile del nostro Dio sarà lì ad aspettarci,
felice di donarci, per sempre, la Sua luce,
sarà la sola luce, priva di ogni ombra.
Guardalo...è accanto a te!!.

Mario Casagrande
TUNISIA

La giornata era calda, nonostante fosse metà marzo. Il sole, ancora alto, splendeva nel cielo terso di Bizerte.
Hamyna, era molto preoccupata di non arrivare in tempo per l'imbarco. Così, tutta sudata e accaldata, tirava Mayotte tenendola per mano che continuava con incessante cantilena a chiedere: "Ma quando arriviamo mamma, sono stanca!"
"Presto tesoro mio", rispondeva amorevolmente Hamyna. L'appuntamento era stato fissato per le ore ventuno, a pochi chilometri dal porto di Bizerte.
Doveva cercare una piccola spiaggia.
Ad attenderle avrebbe trovato il capitano con la sua imbarcazione. Per di più, doveva stare molto attenta perché l'unica indicazione che le avesse segnalato il punto stabilito sarebbe stata una bandiera rossa con i simboli della Tunisia, posta su un alto pennone bianco, al di sopra della spiaggia.
Questa era una delle poche indicazioni che aveva ricevuto.
Mamma e figlia erano molto stanche... esauste. Entrambe non vedevano l'ora di trovare la spiaggia, nonché il posto per l'imbarco.
La donna era in viaggio ormai da quasi due giorni, passando da un pullman all'altro sempre che tali si potessero definire, chiedendo passaggi alle poche auto che incontrava o camminando a piedi per lunghi tratti. Ormai pensava che la zona dell'appuntamento non dovesse trovarsi molto lontano.
Convinzione indotta dal fatto che s'era lasciata alle spalle il porto di Bizerte da almeno quattro ore e che, in seguito, aveva seguito alla lettera tutte le istruzioni che le erano state impartite.
Hamyna nonostante tutte le preoccupazioni che l'assillavano, era rimasta colpita dal fascino del vecchio porto, con le basse case dalle persiane blu che si riflettevano nell'acqua calma del bacino e la tranquilla schiera delle imbarcazioni.
[..]





Mario Casagrande

IL PALLONCINO BIANCO

editore ESPANSIONE GRAFICA
edizione 2010
pagine 312
formato 15x21
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

14.90 €
10.40 €

ISBN : 978-88-95118-11-6
EAN : 9788895118116

 
©1999-2020 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com