motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
OLTRE L'EUROPA
Viaggi di Piemontesi in Oriente dal Risorgimento all'Unità d'Italia
Processi di trasformazione e nuove forme d'impresa e di ospitalità
Per comprendere la più ardimentosa trasformazione del viaggio nell’Ottocento bisogna volgersi all’Europa degli anni in cui il crescente interesse per l’Oriente, a partire da Costantinopoli, la Terra Santa e l’Egitto, convogliò un flusso crescente di viaggiatori alla volta del Mediterraneo orientale. 
Le notizie relative agli itinerari, alle difficoltà, al viaggio materiale, alle attrattive religiose, culturali, artistiche, corsero ben presto per i salotti e tra i viaggiatori europei: personaggi di rango più o meno elevato – Chateaubriand, Lamartine, de Nerval per citarne alcuni – si mossero allora andando oltre la Grecia. Si attivò allora la prosecuzione Grand Tour aprendo un’altra pagina altrettanto significativa: quella del Voyage en Orient. 
Tra i viaggiatori piemontesi di quel periodo vi erano Giuseppe Filippo Baruffi e Stanislao Grimaldi del Poggetto che, partendo da Torino, si recarono più volte in Oriente, raccogliendo e diffondendo dati sui costumi e i luoghi visitati.


INTRODUZIONE

Per comprendere quella che fu la più ardimentosa trasformazione del viaggio nell'Ottocento bisogna volgersi all'Europa di quel periodo in cui il crescente interesse per l'Oriente, a partire da Costantinopoli, la Terra Santa e l'Egitto, convogliò un flusso crescente di viaggiatori alla volta del Mediterraneo orientale. Le notizie relative agli itinerari, alle difficoltà, al viaggio materiale, alle attrattive religiose, culturali, artistiche, corsero ben presto per i salotti e tra i viaggiatori europei: personaggi di rango più o meno elevato si mossero allora andando oltre la Grecia. Si attivò una prosecuzione di quella grande avventura della civiltà che si era rivelata essere il Grand Tour aprendone un'altra pagina altrettanto significativa: quella del Voyage en Orient.
Il viaggiatore che giungeva a Costantinopoli o al Cairo era portatore di una cultura del viaggio consolidatasi nel Settecento. Essa univa saldamente aspetti formativi, di conoscenza e bisogni materiali ben codificati finendo così per trasmettere questo patrimonio ad un mondo lontano in cui la presenza stessa dei viaggiatori europei, in un generale interesse per l'Occidente, non poteva di certo scorrere via senza lasciare tracce indelebili. Accanto però a viaggiatori pellegrini e scrittori, come Chateaubriand, Lamartine, de Nerval, per citarne solo alcuni, che provvidero, con le loro opere, a porre i pilastri del voyage si mossero personaggi meno noti. Anche quello in Oriente, come tutti i fenomeni connessi al viaggio e al turismo si ampliò velocemente. La pratica si diffuse. I mezzi di trasporto sostennero questa espansione facendosi sempre più veloci, capienti e, soprattutto, economicamente accessibili.
[..]
INDICE

INTRODUZIONE

CAPITOLO I
Oltre l'Europa
Il viaggio come dimensione sociale e veicolo di conoscenza del territorio
Viaggio e turismo da fenomeno sociale ad attività economica
Una fonte primaria per l'analisi sociale ed economica del viaggio: il resoconto

CAPITOLO II
Il viaggio a Costantinopoli di un piemontese: Giuseppe Filippo Baruffi
Dall'Europa all'Oriente: nuove prospettive del viaggio ottocentesco
Atene: alla ricerca dell'anima classica dell'Occidente
Smirne: quasi in Oriente
La "magnifica Stamboul"
Ritorno dall'Oriente

CAPITOLO III
Un piemontese in viaggio verso Oriente
Alessandria: la porta dell'Egitto
Al Cairo: vita sociale e scoperta di una grande città orientale
All'ombra delle Piramidi
La quarantena: uno spiacevole fastidio del viaggio materiale
Ancora in Oriente
Smirne: un territorio occidentale in Oriente

CAPITOLO IV
Un ritorno in Oriente:
Stanislao Grimaldi del Poggetto da Torino a Gerusalemme
Verso Levante
Da Istanbul a Damasco
In Oriente
Gerusalemme
Ultimi bagliori d'Oriente: Alessandria d'Egitto

CAPITOLO V
Da Costantinopoli a Smirne: percorsi del mutamento
Viaggiare in nave verso l'Oriente

CAPITOLO VI
Da dono a risorsa economica:
l'evoluzione dell'ospitalità in Oriente nel XIX secolo
Il Grand Hotel d'Oriente: un luogo per la sociabilità
L'ospitalità di lusso in Egitto
Un imprenditore innovatore in Egitto: Thomas Cook
L'Oriente di Cook: dal viaggio al prodotto turistico
Creare un modello di gestione dell'impresa turistica
L'Oriente dell'ospitalità di lusso
L'Oriente a Occidente: una grande storia di ospitalità a Marrakech

BIBLIOGRAFIA




Paolo Gerbaldo

OLTRE L'EUROPA

editore PINTORE
edizione 2010
pagine 160
formato 17x24
brossura con alette
tempo medio evasione ordine
3 giorni

18.00 €
14.00 €

ISBN : 978-88-87804-59-1
EAN : 9788887804591

 
©1999-2021 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com