motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
I MILIARDI DEL RAGIONIERE
Storia di una vincita inaspettata al Lotto tedesco
PRESENTAZIONE

Quello di vincere il primo premio alla lotteria è un sogno comune. Ma per riuscire a trasformare un simile colpo di fortuna nel primo passo di una scalata rischiosa e ambiziosissima, ci vuole la tempra di un eroe machiavellico, abbastanza spregiudicato e cinico da sapere che al caso, come - ahimè - al cuore, si può comandare.

Andrea Reita, il protagonista de I miliardi del ragioniere, questa tempra ce l'ha. La sua guerra, l'unica forma di guerra ancora concessa agli avventurieri del nostro tempo, è quella dell'economia, combattuta sui campi insidiosi delle borse e dei mercati monetari; l'arte tattica, nella quale Andrea eccelle, è quella della versione più affascinante ed "estrema" della matematica: la statistica. Sotto gli occhi del lettore si disegnano le mappe di una inesorabile e fulminea conquista, che mette in scena strategia e anni, come quella del marketing, che solo vent'anni dopo la composizione del romanzo cominceranno a diventare familiari al grande pubblico.

Ma non è solo per questo aspetto "avventuristico" che i miliardi del ragioniere merita attenzione.

Ancor più interessante è l'esplorazione del lato umano della vicenda che, messo cinicamente ai margini per buona parte degli avvenimenti, esplode nel sorprendente finale, dove tragedia e ironia paiono fondersi mirabilmente.

Tragica è l'eco di un grande romanzo della nostra letteratura il verghiano Mastro Don Gesualdo, di cui Andrea Reita è una moderna e intelligente reincarnazione; ironico, e per questo ancora più inquietante, è il diffondersi di quell'eco nell'ammiccamento sornione ad una possibile metamorfosi dell'anima che oggi, con il senno di poi, sappiamo essersi fatta cinica, squallida realtà...
Un romanzo di guerra, insomma, e d'amore, dove però la guerra e l'amore - e qui sta la bravura dell'autore - vengono qui ritratti nella loro luce più attuale, e quindi più autentica. La luce più tenue, e fredda, del tramonto.

Alberto Banaudi
Giovanni Bosia, già dirigente d'azienda esperto di organizzazione commerciale e docente di marketing, per lavoro ha vissuto 35 anni lontano dalla natia Asti. E' stato combattente in guerra e partecipò in armi alla Resistenza. Sin da ragazzo con il gusto della lettura, giunto all'età di 65 anni ha iniziato a scrivere, annoverando due libri tecnici, tre di poesie e sei romanzi, da molti apprezzati. Ha vinto numerosi concorsi di narrativa e di poesia anche in campo nazionale.
In questa riedizione del suo primo romanzo, alla soglia del suo 86° anno, racconta di luoghi e di persone conosciute nella sua attività di lavoro, tra l'Europa e gli USA. Diplomatosi ragioniere nel 1942 ha avuto l'opportunità di seguire le vicende finanziarie dell'Italia, dal freno delle "inique" sanzioni del 35, alla ripresa con il miracolo economico e la caduta della lira dovuta ai tre periodi funesti dell'inflazione; ne ha tratto oggetto per le sue osservazioni che di riflesso vengono raccontate, con l'occhio rivolto principalmente all'economia, in questo romanzo che si dipana attorno all'ormai famoso 1968.
Il protagonista della vicenda, come molti del suo tempo, ha sacrificato le sue opportunità esistenziali attirato e abbagliato dal dio denaro.




Giovanni Bosia

I MILIARDI DEL RAGIONIERE

editore SPETTATTORE LIBRI
edizione 2010
pagine 168
formato 15x21
brossura
tempo medio evasione ordine
5 giorni

15.00 €
12.70 €

ISBN :
EAN :

 
©1999-2021 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com