motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
MILANO NON HA MEMORIA
Il commissario Lorenzi indaga a Lambrate
Una notte umida e piovosa. Il cadavere di un uomo abbandonato sul selciato. Nelle vicinanze del commissariato di Lambrate si consuma l'ennesimo assassinio metropolitano di un extracomunitario. Una fitta serie di depistaggi, intrighi e omissis viene messa in atto per deviare le indagini del commissario Lorenzi da una verità sconvolgente.
Mentre Layla, giovane moglie del migrante ucciso, combatte per difendere l'onore della sua famiglia, Cristina Petruzzi, giornalista di Radio Popolare, e la free-lance Marta Jovine conducono un'inchiesta parallela. Sarà però il commissario Lorenzi, tormentato dalla storia d'amore con la reporter della famosa emittente, in un finale tragico e ricco di colpi di scena, a svelarci come nel nostro paese libertà e democrazia siano a rischio oggi più che mai.
PROLOGO

L'ultimo colpo, violentissimo, gli ruppe lo sterno.
Crollò a terra senza un lamento, quasi al rallentatore.
Le mani si aggrappavano alle vesti dell'assassino nell'inutile tentativo di non cadere, di impedire la partenza per l'ultimo viaggio.
Il tonfo venne attutito dalla fredda pioggia milanese che si mischiava con quella foschia densa che, a volte, confonde le cose, sbiadisce i contorni, nasconde le genti.
Le tribune del campo di rugby di Lambrate davano le spalle a tanta violenza senza senso.
Ma davvero non aveva un senso?
Via Valvassori Peroni, in quella parte scura e poco illuminata, se avesse potuto, avrebbe urlato la propria rabbia al mondo intero, per quello strappo violento al mondo, di quel pover'uomo.
Ma nessuno avrebbe udito, nessuno avrebbe visto, nessuno avrebbe saputo spiegare. Forse...
Le tre figure si guardarono l'un l'altra nella nebbia.
Una di queste si piegò e tastò il polso all'uomo: "Sta morendo", disse.
Silenzio pesante come un macigno.
"Dovremmo chiamare un'autoambulanza", continuò.
"Dovremmo... ma non lo faremo, è solo un negro di merda e una carogna", intervenne con cattiveria, quello più alto e massiccio, con il cranio pelato.
Si guardarono intorno con attenzione per verificare se ci fossero testimoni.
Nulla, solo l'impercettibile brusio della pioggia sul selciato. [..]




Gino Marchitelli

MILANO NON HA MEMORIA

editore FRILLI EDITORI
edizione 2014
pagine 220
formato 13x19
cartonato con sovracoperta a colori
tempo medio evasione ordine
2 giorni

10.90 €
10.90 €

ISBN : 978-88-7563-996-9
EAN : 9788875639969

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com