motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
LE MERAVIGLIE DI RIGOMER
(Les Merveilles de Rigomer)
Tradizione manoscritta e tradizione narrativa
Con il titolo di Merveilles de Rigomer (di cui si dà qui una scelta antologica) è conosciuto in epoca moderna un romanzo della seconda metà del XIII secolo, uno degli ultimi di materia arturiana. In esso si susseguono le aventures dei cavalieri Lancelot e Gauvain in cerca del castello irlandese di Rigomer, sottomesso a un malefico incantesimo. Tali avventure, e la composizione strutturale e stilistica del romanzo, sono esemplate nei romanzi arturiani precedenti e coevi, che si proiettano su Merveilles attraverso una fitta serie di corrispondenze intertestuali, ma che da Merveilles sono come annunciate e riflesse. Il romanzo può così essere considerato come un compendio della 'Grande Tradizione' arturiana, che si sta avvicinando al proprio esaurimento con opere che, pur carenti per valenza socio-storica e per vigore letterario a fronte dei romanzi del XII - primo XIII secolo, non mancano di finezza né di fascino. In effetti, Merveilles aggiunge a un indubbio mestiere alcuni pregi molto personali, in specie una scrittura sottilmente ironica e divertita, innescata dal ripensamento delle convenzioni romanzesche fattesi più che stabili e segnate dall'uso: scrittura della cui complessità, ricchezza di componenti e capacità di modulazione sono stati probabilmente consapevoli anche coloro che hanno assemblato il manoscritto che conserva oggi Merveilles, MS Chantilly Condé 472, forse uno dèi mai molti testimoni del romanzo, che lo hanno posto a inaugurare la silloge romanzesca raccolta di seguito, folta di esemplari significativi (anche Chrétien de Troyes), come esempio di una tecnica e di una maniera molto caratterizzate.

INTRODUZIONE

Les Merveilles de Rigomer è un romanzo di materia arturiana, composto nella seconda metà del XIII secolo, localizzabile all'interno di una zona del Nord-Est francese, piccarda o di sensibili influssi piccardi. Ne restano attualmente due testimoni, una copia che apre il tardo-duecentesco manoscritto della Biblioteca del Castello di Chantilly, nella regione francese dell'Oise (MS Chantilly Condé 472), ed un lungo frammento conservato presso l'Università di Torino (MS Torino L. IV. 33).' Sulla tradizione e sul rapporto tra i due manoscritti si aprono alcuni delicati quesiti, sui quali si dovrà in seguito tornare.
Non è questa, tuttavia, la sola questione che il testo rechi con sé. La composizione del romanzo si sta attualmente rivelando meno agevole di quanto ritenuto dagli studi del XIX e XX secolo, sollevando problemi d'ordine narrativo (le `fonti' del testo), strutturali ed organizzativi di una materia che appare ridondante, così come di una scrittura con alcune peculiarità, tali da richiedere di essere vagliate insieme ed a fronte di quella dei testi di materia arturiana precedenti e coevi. Altri problemi derivano dalla tipologia dell'antologizzazione compiuta nel manoscritto Chantilly Condé e dalla sua compilazione.
Nel manoscritto 472 le Merveilles de Rigomer (d'ora in poi: MR) si trovano a precedere una nutrita serie di testi romanzeschi: ad esso seguono l' Atre Perilleux, l'Erec et Enide di Chrétien de Troyes, il Fergus di Guillaume le Clerc, Hunbaut, Le Bel Inconnu di Renaut de Beaujeu, la Vengeance Raguidel di Raoul de Houdenc, l' Yvain e il Lancelot ancora di Chrétien, il Perlesvaus in prosa, e sei tra le più antiche e famose branches del Roman de Renart. La presenza delle branches si pone subito come interlocutoria, data la differenza che intercorre tra la propria materia comica e didascalica e la prevalente maniera cavalleresca. Tuttavia, nemmeno gli altri testi paiono, almeno in prima istanza, facilmente commensurabili tra loro.
[..]

INDICE

Introduzione
1. Fonti folcloriche e fonti letterarie
2. L'eredità di Chretien
3. Motif-Index dei romanzi arturiani
4. Composizione delle Merveilles de Rigomer
5. L'Autore nel testo
6. Struttura della quéte
7 . Aventure e merveille
8. Elementi retorico-stilistici
9. Le Merveilles de Rigomer e le convenzioni del romanzo arturiano

Nota al Testo

Bibliografia

Antologia delle Merveilles de Rigomer

Note

Indice dei nomi e dei toponimi

Glossario




Margherita Lecco

LE MERAVIGLIE DI RIGOMER

editore DELL'ORSO
edizione 2013
pagine 202
formato 17x24
plastificato con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

20.00 €
20.00 €

ISBN : 978-88-6274-467-6
EAN : 9788862744676

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com