motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
LUNGACANNA
Dalle Langhe al Canadà
Era il 23 malto del 1639 q n o, nelle Langhe un giovane come tanti diventò, suo malgrado, il protagonista di questa storia.
Quel giorno... dina moschettata impossibile aveva dato inizio alla sua carriera di soldato».
Ma per Lorenzo Del Mù, alias ,,Lungacanna,, la vita del soldato era a volte triste: l'euforia dell'avventura che accompagnò i suoi primi passi, a lungo andare finì per pesargli davvero. Dove sperare di ricostruirsi una vita se non in un'Europa lontana d'oltre mare... la Nuova Francia, per esempio?


Finché visse Filippo II di Spagna, francesi, olandesi, inglesi e svedesi non osarono insediarsi sulle coste dell'America; poi, a partire dall'inizio del 1600, le cose cambiarono e se ne accorsero gli indiani dell'America settentrionale...
Un gran bel tiro
Nella zona delle Langhe situata tra Piemonte e Liguria, il 23 marzo dell'anno del Signore 1639, un mercoledì, fu un giorno memorabile. Infuriava la guerra tra la Francia e la Spagna, le due superpotenze europee, e i due litiganti, guarda caso, non avevano trovato di meglio che venirsi a scannare su quelle colline, approfittando della confusione che regnava nel ducato di Savoia. Il grande ducato spaziava dal lago di Ginevra alla riviera nizzarda e mirava sempre di più ad espandersi verso levante, a spese del ricco Monferrato (che all'epoca includeva anche le Langhe). A Torino regnava Maria Cristina, vedova scaltra, ma il suo trono traballava: era in lite dinastica con i cognati Maurizio e Tommaso e quel litigio in famiglia aveva finito per coinvolgere l'alta Padania, innestandosi nella più vasta baruffa europea. Maria Cristina non era il tipo da rinunciare al comando del ducato e, per salvarsi, era ricorsa all'aiuto della vicina Francia; a loro volta i suoi cognati si erano appoggiati alla Spagna, padrona della vicina Lombardia e così l'incendio europeo aveva finito per attecchire anche ai piedi delle Alpi.
A quell'epoca una strada si dipartiva dal porto di Finale e raggiungeva Milano: era una strada importante che attraversava i feudi imperiali di Langhe e Monferrato, con il grosso pregio di non toccare il Genovesato e neppure il Ducato Sabaudo! Per la Spagna equivaleva a un cordone ombelicale che univa la Lombardia al mare.
[..]
INDICE

Un gran bel tiro

Il raggimento Carignano-Salières

Vecchia e Nuova Francia

Il grande fiume del Canadà

La costruzione del forte

La strategia degli irochesi

L'assalto!

Verso la pace

Se vuoi la pace, preparati alla guerra

Alla scoperta di nuove terre

Sui grandi laghi

Una stupenda canadesina




Guido Araldo

LUNGACANNA

editore IL PUNTO - PIEMONTE IN BANCARELLA
edizione 1996
pagine 160
formato 11x17
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

4.50 €
3 €

ISBN : 88-86425-31-7
EAN : 9788886425315

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com