motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
DE LIBRIS COMPACTIS LEGATURE DI PREGIO IN PIEMONTE
Torino
Il Centro Studi Piemontesi è orgoglioso di presentare il nono volume della Collana «De Libris Compactis», dedicato alle legature conservate nelle Biblioteche pubbliche di Torino.
Con esso giunge a compimento un progetto editoriale ambizioso, snodatosi nell'arco di vent'anni. Un progetto che ha potuto essere ultimato grazie al fecondo incontro tra due forti volontà e capacità, quelle dell'Istituto che presiedo, sotto la guida organizzativa ed editoriale di Albina Malerba e quelle dell'Autore, Francesco Malaguzzi, indiscussa autorità in questo ambito di studi a livello mondiale. I risultati raggiunti sono importanti e fruttuosi non solo sotto il profilo dei loro esiti scientifici, già ripetutamente riconosciuti sul piano internazionale, ma anche della tutela, attuale e futura, nei confronti di un patrimonio storico-culturale ed artistico del Piemonte, di valore inestimabile, le cui prospettive di conservazione e valorizzazione sono decisamente rafforzate grazie alla capillare e tutt'altro che scontata opera d'individuazione, studio, catalogazione e pubblicazione che è stata compiuta. Al proprio fianco il Centro Studi Piemontesi e l'Autore hanno costantemente avuto la Regione Piemonte, senza il fondamentale contributo della quale, non soltanto finanziario ma anche di competenze e di idee, sarebbe stato estremamente complesso giungere in porto. Naturalmente sento il dovere di esprimere la gratitudine del Centro Studi Piemontesi anche al personale scientifico e di custodia delle numerose biblioteche che sono state al centro dell'indagine: la loro collaborazione è stata preziosa.
Il completamento di un'opera è anche occasione di bilanci e per raccogliere qualche dato di sintesi. I volumi della collana (tutti d'impianto perfettamente organico ed omogeneo) sono, nel loro complesso, formati da oltre 1100 pagine, contengono circa 140 illustrazioni nel testo e sono corredati, fuori testo, da pregevoli tavole di figure su carta forte patinata, 590 in bianco e nero e 104 a colori. Siccome in molte delle tavole citate sono raffigurate e descritte più legature o dettagli di esse, nel complesso l'opera è corredata da ben oltre mille figure, che costituiscono una documentazione sul patrimonio librario regionale che non è seconda a nessun'altra realtà world wide e che, anzi, non dubito ponga il Piemonte all'avanguardia in questo filone di studi. Attualmente, secondo una stima molto prudenziale, sono almeno una sessantina le biblioteche pubbliche piemontesi che ne posseggono copie e un'altra novantina quelle italiane. Esemplari sono schedati in numerose altre nazioni, in alcune delle quali le biblioteche che li posseggono sono in numero significativo: a colpo d'occhio se ne incontrano navigando in rete, senza pretesa di essere esaurienti, in Austria, Inghilterra, Spagna, Francia, Germania, Svizzera, Danimarca, Svezia, Olanda, Lussemburgo, Stati Uniti, Israele (ed è superfluo dire che ci aspettiamo dal completamento ora conseguito, nuovi stimoli all'acquisto). Credo, in conclusione, che per il Piemonte la serie «De Libris Compactis» possa costituire un nuovo, prestigioso, "biglietto di visita".

GIUSEPPE PICHETTO
Presidente Centro Studi Piemontesi


PREMESSA

Il nono torno della collana De libris compactis tratta delle legature di pregio conservate in archivi e biblioteche di Torino illustrando i risultati della ricerca originale condotta ad hoc su alcuni fondi e dell'aggiornamento dei frutti dispersi di decenni di studio, aggiornamento in alcuni casi reso particolarmente difficoltoso per il mancato accesso alle scaffalature (Biblioteca Nazionale, Biblioteca del Seminario), o per lavori in corso (Sala del mappamondo dell'Accademia delle Scienze). Malgrado l'impianto di massima sia rimasto quello adottato nei precedenti volumi, l'utilizzo di fonti diverse inevitabilmente determina alcune disuniformità nella presentazione dei risultati. Essendo i tempi disponibili contingentati dagli impegni dell'editore e dalle attuali norme di rendicontazione, si è imposto il sacrificio di alcuni giacimenti malgrado l'economia realizzata rinviando a specifici volumi' su tre fondamentali fondi torinesi, nonché a numerosi saggi pregressi.
INDICE GENERALE

Assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Michele Coppola
Presidente del Centro Studi Piemontesi, Giuseppe Pichetto
Premessa
Ringraziamenti
Abbreviazioni
Archivio Storico della Città di Torino
Biblioteca Nazionale Universitaria
Biblioteca Reale
Biblioteca dell'Armeria Reale
Biblioteca antica dell'Archivio di Stato
Accademia delle Scienze
Biblioteca Civica Centrale di Torino
Museo civico d'arte antica - Palazzo Madama
Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte della Provincia
Biblioteca della Scuola d'Applicazione dell'Esercito
Archivio della Diocesi di Torino
Biblioteca Provinciale dei Cappuccini al Monte
Biblioteca del Seminario Metropolitano di Torino
Conclusioni
Bibliografia
Indice dei legatori
Indice dei tipografi
Indice dei nomi
Indice dei superlibros
Armi
Emblemi
Cifre e monogrammi
Superlibros di dono o di possesso
Indice di ex libris e note di possesso
Indice delle illustrazioni
Indice delle tavole a colori
Indice delle tavole




Francesco Malaguzzi

DE LIBRIS COMPACTIS - TORINO

editore CENTRO STUDI PIEMONTESI
edizione 2013
pagine 124
formato 17x24
rilegatura telata
tempo medio evasione ordine
2 giorni

26.00 €
23.40 €

ISBN : 978-88-8262-205-3
EAN : 9788882622053

 
©1999-2021 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com