motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
IL GIARDINO DELLE REGOLE INFRANTE
Contromanuale del libero giardiniere
Nel giardino non ci sono regole certe, gusti da accettare e scelte necessarie, la grande libertà del giardinaggio è la stessa della natura, capace di sorprendere con colori e forme inattese, con fioriture improvvise e crescite inaspettate.
In questo libro Renato Ronco, che da anni si occupa di giardini e di verde, vuole rendere partecipi i lettori delle sue esperienze, condividere un sapere che si è formato in anni di attenta osservazione sul campo, a stretto contatto con le piante e il loro mondo, guidato da un istinto speciale.
Sono poche le regole, quasi nessuna, forse, ma bisogna conoscere la terra e i suoi segreti. Questo libro vi aiuterà a farlo.


PRESENTAZIONE

Ho incominciato molto tardi a scrivere, e forse è stato meglio. Da giovane avrei scritto cose diverse, e sicuramente in modo diverso.
Ho iniziato scrivendo per me, quasi degli appunti, un diario di una certa quotidianità legata alla natura e alle piante; indubbiamente in età matura i pensieri, i sogni, le aspettative cambiano.
Vicende della vita mi avevano allontanato per venticinque anni dalla terra, che rimaneva relegata a hobby, a momenti di evasione, ma sotto sotto qualcosa fermentava. Quando ho avuto più tempo a disposizione questa specie di hobby si è dilatato, è diventato, senza che me ne accorgessi, quasi un lavoro, così il tempo libero è di nuovo molto limitato, ma proprio grazie a quelle personali esperienze hanno potuto nascere tante cose scritte.
Poi ho cominciato a pensare che sarebbe stato bello poter far conoscere ad altri le mie emozioni, provate «sul campo».
Contrariamente al modo comune di agire, non sono geloso delle mie esperienze: mi piace condividerle, mi piace misurarmi con altre persone che possono avere la mia stessa passione, penso anche sia un peccato che le nostre esperienze possano andare perdute.
Un antico proverbio orientale recita: i parenti non possono suddividerla, i ladri non possono rubarla, distribuendola agli altri non diminuisce. La conoscenza è dunque la più grande ricchezza.
Così è nata l'idea di un sito Internet, cui è seguito un blog, qualcosa di diverso dal solito, senza alcuna finalità commerciale, senza sfruttare le possibilità di essere più visibile ospitando le varie pubblicità che la rete offre, ma che a mio parere avrebbero disturbato, inquinato il contenuto. Un po' per caso, come spesso nella vita succede, è stato pubblicato un primo articolo su una rivista del settore, che mi ha riservato le emozioni della «prima volta».
Mi sono sempre piaciute le sfide, specie quelle con me stesso. Ecco perché una curiosità infinita mi spinge sempre a cercare, a coltivare nuove piante, ma non solo. Il prezzo che si paga è abbastanza alto: un'irrequietezza che spinge sempre avanti. Anche questo libro è stata una sfida.
In poco tempo gli articoli pubblicati sono aumentati. Ogni tanto incontravo qualcuno che mi diceva: perché non scrivi un libro sulle tue esperienze?
Ho avuto una grande scuola e ancora oggi riesco a sorprendermi vedendo la fatica e i pochi risultati che a volte osservo in certi giardinieri che non hanno avuto la mia fortuna. La scuola contadina. E un grande maestro, mio padre che non mi diceva mai «ti insegno», ero io che imparavo seguendolo e facendo domande quando non capivo qualcosa; da bambino era quasi un gioco. Questa scuola oggi non esiste più, perché i contadini sono diventati imprenditori e sempre più imprenditori dediti alla monocoltura. Questa scuola durava ben di più dei cinque anni necessari per prendere una laurea, e si imparava non per aver studiato o visto, ma per aver «fatto». Le cose manuali, diversamente dalle cose studiate a scuola, non si dimenticano. Tutte queste operazioni avvenivano con l'esperienza tramandata e migliorata da generazioni, con l'obiettivo di massima resa/minor tempo perso e minima fatica; anche un attrezzo banale come un badile bisogna saperlo usare per faticare meno e rendere di più.
[..]
INDICE

Presentazione
Chi è un giardiniere?

1. Victoria regia. Una scommessa
2. Affascinanti e prepotenti bambù
3. Un giardino di felci
4. Il giglio gigante
5. Asimina triloba
6. Orto & Orti 1
7. La stevia. Una pianta miracolosa?
8. Il vischio
9. Arboretum Taurinense, questo sconosciuto
10. Liliaceae da sottobosco, troppo facili per...
11. I ficus di Clarence Bicknell
12. Sognando la Louisiana
13. La Stanhopea. Un'orchidea, una storia
14. Cornus da fiore
15. Sta scomparendo il pisello dai giardini
16. Giardini giapponesi
17. Bistrattate conifere
18. Un giardino senza erba?
19. Lanterne cinesi. Abutilon megapotamicum
20. Straordinari pieris
21. Alchechengi, chichingeri e tomatillo
22. Per un giardino magico
23. Edera. Un parassita?
24. Piante prosperose
25. Benedetta acqua!
26. Un ruscello nel giardino
27. Consigli per gli acquisti 1
28. Sulla longevità delle piante erbacee
29. Papiri
30. Cacciatore di piante
31. Consigli per gli acquisti 2
32. Inquinamento
33. L'impazienza del giardiniere
34. Magico innesto
35. Orto & Orti 2
36. Le piante felici non richiedono trattamenti
37. Consigli per gli acquisti 3
38. Amate collezioni di piante
39. Consigli brevi
40. Gambusie mangiazanzare
41. Arundo donax
42. Euriale ferox
43. Taxodium disticum
44. Ninfee tropicali
45. Due piante per giardinieri pigri

Indice delle specie trattate o menzionate
Non una bibliografia




Renato Ronco

IL GIARDINO DELLE REGOLE INFRANTE

editore BLU Edizioni
edizione 2010
pagine 144
formato 12,5x19
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

12.50 €
10.00 €

ISBN : 978-88-7904-094-5
EAN : 9788879040945

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com