motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte

GIACOMO GORIA VESCOVO DI VERCELLI
Eredità astigiana e modello borromaico 1571 - 1648

Una grande pagina di storia religiosa, culturale e sociale, di respiro ben più ampio che locale, si pone all'attenzione di studiosi e ricercatori con l'edizione di questo volume, dedicato a Monsignor Giacomo Goria, cittadino di Villafranca d'Asti e vescovo di Vercelli: una straordinaria figura del Seicento, presule in un'epoca caratterizzata da robusti fermenti religiosi, politici e sociali, di buona familiarità con la corte sabauda, chiamato a svolgere un alto ruolo di mediazione fra religiosità e governo, ispirato in questa sua attenta azione da una genuina e generosa solidarietà di ispirazione borromaica.
Eppure, questo grande villafranchese, fra le pressanti incombenze del suo episcopato, non dimenticò mai il paese d'origine, e seppe testimoniare l'attaccamento alla sua terra e alla sua gente con la donazione di tutti i suoi beni affinchè la comunità di Villafranca potesse ricostruire la chiesa di Sant'Elena. Donazione che prevedeva, negli anni, una complessa istituzione avente finalità di educazione, assistenza, religione e che ha costituito nei secoli, per la comunità di Villafranca, un punto di riferimento di straordinaria importanza, ancora vivo oggi.
Ancora oggi l'Opera Pia, con l'imponente chiesa dedicata a Sant'Elena, progettata dall'architetto Amedeo di Castellamonte, testimonia anche visivamente l'attaccamento del vescovo Goria alla sua terra e rende atto dell'enorme volontà che la comunità locale seppe esprimere per dotarsi di un tempio così solenne aiutata in questa finalità dalla munificenza, dall'impegno sociale e religioso del vescovo.
A questa grande figura astigiana pertanto, che pur ricoprendo ruoli di estrema responsabilità in anni complessi della storia politica e religiosa del Piemonte seppe rapportarsi con slancio e affetto verso la sua terra d'origine, privandosi dei suoi beni per favorire la realizzazione concreta e tangibile di opere di fede e di chiesa fra la sua gente, la Provincia di Asti rende merito con questa pubblicazione, nella certezza che approfondire la ricerca e lo studio sulla figura dell'illustre vescovo di Villafranca sia operazione culturale alta e importante: un tassello che mancava alla conoscenza di capitoli fondamentali della storia, della religiosità e dell'arte della terra astigiana e piemontese.

L'ASSESSORE ALLA CULTURA
PIERA ACCORNERO

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA
GIUSEPPE GORIA

 

INDICE

Elenco delle illustrazioni
Referenze fotografiche
Introduzione
Abbreviazioni e sigle

Giacomo Goria vescovo di Vercelli. Eredità astigiana e modello borromaico 1571-1648.

RETTORE, PRECETTORE, VESCOVO
Biografi e annalisti
Formazione astigiana e rettore del seminario di Asti
Precettore alla corte di Torino
Vescovo di Vercelli
Oropa e il Sacro Monte
Le visite pastorali e il sinodo: ridefinizione del territorio, gli ordini riformati e i nuovi ordini
Le controversie giurisdizionali e l'esilio fuori Vercelli dal 1632 al 1640
Il ritorno a Vercelli e le donazioni

INFRACTI PECTORIS PRAESUL: TRA FEDE E POLITICA
L'eredità astigiana: Asti e le ville del distretto
La qualità religiosa: Francesco Panigarola e il modello borromaico
La corte sabauda: tra precettistica e partiti
L'esperienza romana: i nunzi di Savoia e le residenze in Roma
Deum et pauperes heredes instituit: personalità e spiritualità

INIZI E AFFERMAZIONE DELL'OPERA DI SANT'ELENA 1645-1695
La consistenza patrimoniale dell'Opera di Sant'Elena
Gli oblati in Villafranca d'Asti
Il cantiere della collegiata di Sant'Elena
Le orsoline in Villanova d'Asti

MUTAMENTI SOCIALI E ISTITUZIONALI: IL DECLINO DELL'OPERA IN VILLAFRANCA D'ASTI 1695-1752
L'epoca di Vittorio Amedeo II: liti giurisdizionali, provvedimenti dello Stato e dei vescovi astesi
Il contenzioso tra gli oblati e il pievano Giovanni Antonio Galvagno 1736-1752

GLI ANNI DELLA TRANSIZIONE: L'OPERA DI SANT'ELENA DA VILLAFRANCA AD ASTI 1753-1764
Il progetto di trasferimento alla Casa di Correzione in Torino
Il Piano Caissotti del 1763 e il Decreto del 26 maggio 1764
L'Opera di Sant'Elena microspecchio dei mutamenti sociali, economici e religiosi

Appendici
I prevosti della Collegiata di Sant'Elena 1666-1764 e degli oblati di Sant'Eusebio 1764-1887
Gli oblati dei SS. Eusebio e Elena in Villafranca 1645-1764 e in Asti 1764-1887
Gli oblati in Villafranca (1645-1764)
Gli oblati in Asti (1764-1887)

I Regolatori dell'Opera di Sant'Elena

Documenti
Epigrafi
Alberi genealogici
Indice dei nomi
Indice dei luoghi






Arturo Brunetto - Costantino Gilardi

GIACOMO GORIA Vescovo di Vercelli

editore DANIELA PIAZZA
edizione 1998
pagine 516
formato 17x24
brossura con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

18.50 €
18.50 €

ISBN : 88-7889-102-9
EAN :

 
©1999-2020 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com