motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
FRUTA MADURA
Poesie piemonteise - Illustrà dai pitor
Se mai t'ancapiteissa d'ancontré për la strà quaidun ch'a gira 'l mond come 'ncantà goardand passè le nivole 'nt'ël cel, - salutlo da mia part: l'è 'n mè fratel.
Nino Costa

PREMESSA A QUESTA RISTAMPA


Sessanta anni fa, mercoledì 7 novembre 1945, a pagina 2 della "Gazzetta d'Italia" (titolo provvisoriamente assunto per rinnegare il ventennale periodo fascita della "Gazzetta del Popolo"), compariva la tristissima notizia: «E' morto Nino Costa». Due colonnine brevi, poco più di 50 righe, ma in quel tempo i giornali si componevano di due pagine, e quel giorno la prima era totalmente dedicata alla pubblicazione del testo dell'armistizio del 1943 con le clausole, assai dure, fin'allora non conosciute nella loro integrità. Il trafiletto annunciava che «L'ultimo dei poeti dialettali romantico-sentimentali... è stato ucciso da un violento attacco cardiaco. Benché non ancora sessantenne, Costa sembrava un vecchio malandato e stanco: l'angoscia per l'eroica morte del figlio Mario, comandante del distaccamento della I Divisione alpina autonoma Val Chisone, caduto sul monte Genevry combattendo contro i nazi-fascisti, l'aveva schiantato precocemente; l'arguzia gentile dei suoi canti giovanili s'era trasformata in una rasseganta disperazione nelle poesie più recenti, nelle quali il ricordo del filiuolo, la storia e la bellezza di Torino, la fede nella risurrezione della Patria sono i motivi di un lirismo non di grande ala ma schietto e pieno di una grazia squisita, senza mollezza e senza smancerie. Romantico e sentimentale, Nino Costa che tanto ammirava la robusta musa di Calvo e di Brofferio, può essere considerato come l'epigono fine ottocento di quell'arte poetica dialettale. Poeta familiare e in un certo senso municipale, Nino Costa dal primo volume Mamina a Fruta madura ha cantato il genio della terra e la gloria del Piemonte, dagli eroi delle guerre ai Santi della carità, dalle sartine ai barcaioli di Po...»
Stringata la notizia, ma l'avviso dei funerali, l'indomani alle 10.30 in via Giacomo Bove 14 dove il Poeta abitava, richiamò mezza Torino; i tram erano intasati e il brulicare di gente si estendeva per i corsi e le vie laterali: amici, autorità, gonfaloni e partigiani, ma quanta gente del popolo in tenuta da lavoro volle rendere l'ultimo saluto al Poeta! La cittadinanza rese un grande, spontaneo omaggio al suo cantore.
In quella «carovan-a dël dolor» c'era, ovviamente, Andrea Viglongo che nel 1930 aveva iniziato l'attività editoriale sotto la sigla S.E.L.P., Studio Editoriale Librario Piemontese, e che nel 1931 aveva pubblicato, di Costa, la prima edizione di Fruta madura, curato le ristampe di Mamina e Sal e preiver, il libretto Poesie religiose piemonteise, oltre alla raccolta delle opere di Calvo, di Oreste Fasolo, l'antalogia A Mistral (17 poeti piemontesi), l'Armanach Piemonteis 1931... e altro ancora.
[..]

INDICE

Premessa a questa ristampa
di Giovanna Viglongo
Il CANTORE DI TORINO
di Andrea Viglongo
Tavola della grafia
Se mai...

PAIS
[..]

LA PONTA
[..]

MIA VITA
[..]

SIMPATIE
[..]

POESIE INEDITE VARIE
[..]

Glossario
Indice delle poesie
(primo verso di ciascuna)
Indice delle poesie (per titoli)
Indice delle illustrazioni





Nino Costa

FRUTA MADURA

editore VIGLONGO
edizione 2005
pagine 212
formato 15x21
brossura con sovracoperta colori
tempo medio evasione ordine
5 giorni

12.50 €
12.00 €

ISBN : 88-7235-209-6
EAN :

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com