motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
FORTUNATO IL CAPOSTAZIONE DI MONCALVO
Racconti monferrini degli anni Quaranta
"La vedi quella? Sarebbe ancora nostra se mio padre non se la fosse giocata a carte" aveva detto la nonna di Bruno Gambarotta, la cui famiglia evidentemente aveva dovuto sorbire rovesci di fortuna piuttosto consistenti a causa della passione per il gioco da parte del bisnonno.
Bene, anche la mia famiglia aveva dovuto attraversare momenti burrascosi e rovesci di fortuna.
Da proprietari di fabbrica di caramelle (le famose caramelle Maggi) si era poi passati a direttori di alberghi anche di lusso, grazie al cognato di mio padre.
Una vita dunque facile e dispendiosa, troncata di botto da vicissitudini che non anticipo perché faranno parte della serie di racconti che ho scritto quasi di getto per ricordare soprattutto i miei meravigliosi genitori. Eh sì, perché la mia infanzia e la successiva adolescenza mi hanno portato a vivere nel periodo di guerra e di grande disagio, questo è vero. Ma i disagi sono stati attenuati perché li ho vissuti all'interno di una famiglia solida, allegra, ironica, solidale. Sì, l'ironia era di casa nell'alloggio sopra la stazione ferroviaria di Moncalvo Monferrato e la famiglia Scaglione (la mia, insomma) ne faceva quotidiano uso. Quattro figli (la quinta se ne era andata a pochi mesi ed era la prima), nonna, mamma e papà erano passati da un grande benessere ad una risicata piccola borghesia.
Io ero il più piccolo, un bambino dolce e tranquillo che una nostra vicina di casa (la Neta) aveva battezzato "semolino".
Dunque, Semolino e la sua famiglia erano sbarcati a Moncalvo, reduci dal breve soggiorno nella stazione ferroviaria di Garessio, in provincia di Cuneo. Proprio a Garessio ebbi i natali ma ci rimasi pochissimo e subito approdai con la famiglia a Moncalvo, che sarebbe poi stata l'ultima tappa di queste peregrinazioni ferroviarie.
Posizione di discreto prestigio, quella del capostazione. Soldi pochi, perché la stazione era catalogata tra le "assuntorie" e mio padre l'aveva dovuta vincere come gara d'appalto, anticipando gran parte della piccola scorta finanziaria che gli era rimasta.
Soldi, dunque, pochi. Ma prestigio molto!
La stazione era bassa, per salire alla "città" si dovevano percorrere almeno due chilometri a piedi o in corriera o nei calessi o ancora nelle rare automobili che circolavano. Il fatto che la città fosse in alto dava quasi un senso d'inferiorità agli abitanti della borgata.
Ma, dato che negli anni tra il trenta e il quaranta di camion ce n'erano pochi, la stazione finiva per essere il polo dei trasporti. Nei vagoni bestiame (sì, quelli che poi portavano i deportati ai campi di concentramento) si consumava il rito della compravendita delle vacche e dei vitelli che si svolgeva ogni giovedì. Dalla stazione partivano i traslochi, il pollame, anche i tartufi, che dovevano essere sottoposti ad accurato esame per essere degni di...
Ma questo ve lo dirò nel libro. Ciao, neh!
INDICE

Fortunato il capostazione di Moncalvo
La "mia" Moncalvo
Il Pindo
La Minci
La nonna Maria
Zia Emma, ovvero la telenovela
Lo zio Giovanni
Che fatica essere "signori"!
La "Stassion" e i suoi abitanti
Teresot
La Pierina, 'l Mini, la Carla...
'L Giusto e il teatro
L'Anna Maria e le altre...
'L Nando
'L Gerolamo, la Maria, Tonia, Rita, Angelo, Evasio
L'Arnalda
La maestra brutta e il marito strano
L'asilo,
ovvero la prima guerra d'indipendenza
Il maestro Rosinganna
"Discoroma"
La Menga, la Fica, Cascine Bertana
"Andoma a svoidè ij bosion"
La corsa dei cavalli
"La scorta për 'l bal"
"'L trifolao"
"'L Tom e la Biki"
"Ij Ebreu"
"'L Tambass e 'l bocie"
"Le Player sisters"
"'L cine e 'l teatro"
"'L Principe"
Un ritorno





Massimo Scaglione

FORTUNATO IL CAPOSTAZIONE DI MONCALVO!

editore IL PUNTO - PIEMONTE IN BANCARELLA
edizione 2004
pagine 192
formato 14x22
copertina plastificata con alette
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

14.50 €
14.50 €

ISBN : 88-88552-15-4
EAN : 9788888552156

 
©1999-2020 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com