motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
EPISTOLARIO
1 - OPERA OMNIA
INTRODUZIONE GENERALE
Alberto Santiago e Guido Miglietta

Due sono le mete da raggiungere per meglio conoscere San Giuseppe Marello, iniziando l'edizione dell'Opera omnia nell'anno centenario dell'approvazione pontificia della congregazione da lui fondata: da una parte il riconoscimento della sua figura nel contesto storico, sociale, educativo in cui ha operato; dall'altra la conoscenza più completa della sua azione di sacerdote, vescovo, educatore, santo, fondatore e promotore di attività a beneficio della comunità cristiana e civile. Fondamentale è disporre delle sue lettere. Il primo volume dell'Opera omnia, l'Epistolario, costituisce lo strumento principe per accostarsi alla fonte della sua attività e del suo pensiero. La presente edizione vuole rispondere a una tale esigenza. Il profilo di un intellettuale, un uomo di azione, un amico e un padre risalta dalle sue lettere: tanti sono gli aspetti uniti insieme nella persona di un santo.
L'edizione precedente dell'Epistolario, il volume curato da padre Mario Pasetti osj nel 1979, era stato un primo passo importante: Le Lettere del Venerabile Giuseppe Marello, volume secondo della collana "Studi e documentazioni marelliane", permetteva di accedere attraverso una fonte diretta al pensiero e alla storia del fondatore degli Oblati di San Giuseppe. In questi ultimi tre decenni si sono aggiunte altre lettere, decine di lettere. Quante lettere avrà egli scritto? Con un calcolo approssimativo, anche solo prendendo in considerazione il dato più favorevole di 50 lettere per anno - tante sono quelle in nostro possesso scritte nell'anno 1889 -, si può supporre che San Giuseppe Marello abbia scritto intorno alle duemila lettere nella sua breve vita.
Restiamo fedeli al concetto di «lettera di epistolario» in quanto lettera della sua persona: un testo-messaggio scritto, dotato di intestazione, con un esordio, continua con una narrazione e si conclude con una formula di chiusura e la firma: un testo espressione della personalità dell'autore e son semplicemente dell'attività funzionale che egli successivamente svolse da segretario del vescovo, cancelliere di curia e segretario del capitolo dei canonici ad Asti, e da vescovo ad Acqui; un testo che, per la completezza deve contenere la località in cui è stato vergato e la data, redatte dal-fautore o da altri. Frammenti di riflessioni, commenti di libri, appunti di conferenze, prediche, fatture, programmi, taccuini, memorie, vertenze, le nette lettere pastorali scritte dal vescovo Marello alla diocesi, le lettere circolari e le comunicazioni epistolari in occasione della presentazione di documenti ufficiali, non entrano nell'epistolario e per la loro edizione si rmvia ai successivi volumi dell'Opera omnia.

1. L'importanza dell'epistolario
Per conoscere la «vera» storia di una persona le lettere sono fondamentali. Le lettere di San Giusepe Marello fanno parte del privato, della rete di rapporti che egli intesseva e favoriva, procedendo dalle relazioni primarie nelle quali si trovava inserito fino ai gruppi - da quelli ristretti a quelli più allargati - e alle relazioni ufficiali. La corrispondenza spiega e documenta particolari momenti e rapporti e, insieme ad altri dati e a altre fonti, è fondamentale per la biografia di una persona. Il risultato fruibile sul piano cronologico biografico costituisce il primo valore dell'epistolario. Il primo a servirsi ampiamente dell'epistolario di San Giuseppe Marello fu padre Angelo Rainero osj scrivendo la biografia: Profilo del Servo di Dio Mons. Giuseppe Marello, edita la prima volta a Asti nel 1937, e un trattato di spiritualità dal titolo: La via della perfezione alla scuola del Servo di Dio Mons. Giuseppe Marello [Asti, 1941].
Le sue lettere, oltre ad avere un valore informativo sul modo di vivere nell'Ottocento, sono nei loro dettagli una miniera ricchissima e precisa di dati biografici esatti, e di tratti storiografici unici nel loro genere, indispensabili per iniziare a inquadrarne altri provenienti da altre fonti, determinandoli con precisione: permettono così di colmare lacune, apprezzare con attendibilità quegli elementi di giudizio che altrimenti si formerebbero solo per valutazioni di interposta persona, riempire i vuoti, far rivedere giudizi già espressi. Restituire gli eventi del passato attraverso gli epistolari è un modo "unico" e valido di scrivere la storia.
L'epistolario rivela l'intenzionalità progressiva dell'autore, in idee, progetti, affetti e desideri. Tanto più le lettere di un santo: un autore che possiede e alimenta un preciso progetto di vita orientato a Dio e da Lui sostenuto. Le lettere, se da un lato testimoniano il ritmo intenso che San Giuseppe Marello ha dato alla sua vita, gli obiettivi, la cura, le attenzioni al prossimo e la "missione" attraverso il raggiungimento e il mantenimento dei risultati proposti, dall'altro rivelano la persona, le opzioni fondamentali, la risposta di senso, il suo vedere e riflettere e agire ossia la riflessione e l'interpretazione quotidiana alla luce della Rivelazione e della verità sul bene. Il più inconsapevolmente e intensamente autobiografico degli scritti di ogni persona è proprio il suo epistolario.
[..]
Si tratta del primo volume dell'Opera Omnia di San Giuseppe Marello.
L'Opera Omnia, che prevede dieci volumi, è il primo dei volumi sia per quanto riguarda l'effettivo momento della pubblicazione sia per la sua numerazione. L'Opera si apre con L'Epistolario comprendente la corrispondenza attiva nell'arco di 32 anni (1864-1895), 325 lettere di San Giuseppe Marello, a noi pervenute, che ci aiutano a scoprirne la spiritualità e il carisma apostolico.
Il testo delle lettere è stato fedelmente riprodotto dagli originali autografi del Santo o, in assenza degli originali, eventualità peraltro rara, dalle copie. Per la prima volta, con quest'opera, si è provveduto all'edizione di quelle lettere di San Giuseppe Marello di cui si possiede solo la minuta autografa. Le minute si presentano di per sé incomplete, quindi nella massima parte dei casi prive delle indicazioni del destinatario, o della data, piene di varianti. Tuttavia è sbagliato ritenere che le minute siano inutili.
Il piano dell'opera proseguirà con il II volume dal titolo Insegnamenti pastorali, un III volume Quaderni scolastici, il IV volume dal titolo Insegnamenti religiosi e spirituali, V volume Discorsi religiosi, VI volume Scritti spirituali, VII volume Miscellanea, VIII volume Comunicazioni ufficiali. Infine il IX volume restituirà l'immagine dell'autore presso i contemporanei e i documenti del processo di canonizzazione e il X volume offrirà una bibliografia completa delle opere di san Giuseppe Marello sia delle sue biografie e gli Indici.

INDICE GENERALE


Prefazione (Michele Piscopo)

INTRODUZIONE GENERALE (Alberto Santiago e Guido Miglietta)

1. L'importanza dell'epistolario
2. La tipologia delle lettere
3. La distribuzione delle lettere negli anni
4. I corrispondenti
5. La consistenza archivistica
6. Come si è formato l'epistolario
7. I criteri editoriali adottati
8. Le fonti citate
9. Espressioni linguistiche non italiane
10. L'uso dell'epistolario

Sussidi per la consultazione

LETTERE DEL PERIODO GIOVANILE (1864-1868)
LETTERE DEL PERIODO SACERDOTALE (1868-1888)
LETTERE DEL PERIODO EPISCOPALE (1888-1895)
APPENDICE: il piano editoriale dell'Opera omnia
INDICI
Le citazioni bibliche
Nomi di persona
Avvenimenti, istituzioni e cose notevoli
I luoghi geografici
Espressioni linguistiche diverse
Indice tematico
Indice cronologico delle lettere




a cura di Severino Dalmaso

SAN GIUSEPPE MARELLO - EPISTOLARIO - I

editore IMPRESSIONI GRAFICHE
edizione 2011
pagine 822
formato 17x24
brossura con sovracoperta
tempo medio evasione ordine
2 giorni

30.00 €
30 €

ISBN : 978-88-6195-035-1
EAN : 9788861950351

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com