motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
ASTI E L'ASTIGIANO
"Il Piemonte nei secoli"
PREMESSA

La storia di Asti, del luogo privilegiato in cui Asti sorge, là dove i torrenti Borbore e Versa si gettano nel Tanaro, si perde nella notte dei tempi. Resti preistorici e italioti mostrano che antichissimo fu l'insediamento umano al confluire di vallate e di sentieri agevoli, in terre irrigue e fertili, rese amene dallo svariare di dolci colline. Tan - ar significava in antico acqua tonante e Borbore è l'onomatopea bor-bor dell'acqua che gorgoglia tra i sassi. Romanizzata già alle soglie del secolo I a.C., attraversata dalla via Fulvia, ribattezzata Hasta Pompeia (forse con eco del primitivo nome celtico), la Città serba resti di fondazioni romane, lapidi, vasellame, ricordi di civiche magistrature e persino un'iscrizione che perpetua il nome di una corporazione di mestiere, un Collegium fabrum Hastensium. Plinio il Vecchio, sulla metà del secolo I d.C., ricorda nella sua Storia Naturale una locale produzione di pregiati calices, forse già destinati a degustare una non meno apprezzata produzione di vino.
Con la caduta dell'Impero d'Occidente la vita in Asti si fa tumultuaria, insicura, spesso drammatica. Totalmente cristianizzata, se non prima, certo nel V secolo, ebbe a patire a più riprese rovinose scorrerie e saccheggi di barbari; i Longobardi la conquistarono nel 596 e la eressero in ducato per un fratello della regina Teodolinda; nel secolo IX fu comitato dei Franchi, nel X vide l'affermarsi del potere dei vescovi locali anche nella giurisdizione civile, nell'XI il sorgere del libero Comune. Monumento superbo di quel tempo, la città serba, nella nuda austerità del macigno, il suggestivo Battistero di S. Pietro.
Devastata dal Barbarossa nel 1155 e tosto ricostruita con slancio concorde, Asti si affermò presto come il più ricco e potente Comune dell'area piemontese per le efficenti tessiture di panni, i fiorenti commerci, un'arte del cambio di respiro europeo. I suoi mercanti e i suoi banchieri frequentano fiere e mercati in Francia e nei Paesi Bassi, ammassando ricchezze ingenti; la Città si fa irta di torri gentilizie e di svettanti campanili e nel Duecento pone mano a due imponenti chiese: la cattedrale gotica di tipico gusto subalpino e l'imponente collegiata di S.Secondo, che serba ancora echi del primitivo romanico, anche se venne ultimata soltanto nel secolo successivo.
Risale a un evento del 1313 la prima raffigurazione grafica del nucleo urbano: una miniatura serbata in un codice di Coblenza, che mostra il sindaco di Asti nell'atto di porgere le chiavi della Città all'imperatore Enrico VII; quarant'anni dopo, la ricca serie di miniature del codice Malabaila fermerà le immagini stilizzate e festose di borghi e castelli dell'"Astesana" in una suggestiva policromia. [...]

LUIGI FIRPO
 
Vedute e piante
dal
XIV al XIX secolo


BIBLIOGRAFIA - ICONOGRAFIA - REPERTORIO DEGLI ARTISTI
FINITO DI STAMPARE IL
18 SETTEMBRE 1987
CON I TIPI DELLA TIPOGRAFIA TORINESE STABILIMENTO POLIGRAFICO S.P.A.

SONO STATI IMPRESSI MILLEQUATTROCENTOCINQUANTA ESEMPLARI
DI CUI 50 FUORI COMMERCIO NUMERATI I-L
E MILLEQUATROCENTO
NUMERATI 1-1400

INDICE GENERALE

Premessa di Luigi Firpo

Introduzione di Ada Peyrot

Bibliografia generale

Catalogo cronologico

Appendice al catalogo cronologico

Repertorio degli artisti

Indice dei nomi, dei luoghi e dei monumenti



 

Ada Peyrot

ASTI E L'ASTIGIANO

editore TIPOGRAFIA TORINESE EDITRICE
edizione 1987
pagine 382
formato 24x31
edizione a tiratura limitata, 1400 esemplari numerati + 50 con numerazione romana fuori commercio, rilegata in tela con impressioni in oro
tempo medio evasione ordine
2 giorni

195.00 €
120 €

ISBN :
EAN : 9784403611896

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com