motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
GLI ANTICHI SAPORI
Ricette, storie, aneddoti di terra canavesana
Tutta l'essenza di una regione del Piemonte: il Canavese. Le sue tradizioni, la sua cultura e, soprattutto, la sua cucina fatta di sapori e profumi.
Sapori forti di campagna, profumi ricchi di sfumature, il sapere di gente che nasce e si fonde con la sua terra. Personaggi caratteristici, da magna Neta a nòna Michin, da barba Tòni a Bernard el saldeur, ci svelano storie, aneddoti e curiosità di un mondo piacevole da scoprire e riscoprire.
Ricette dal sapore intenso, le semplici erbe dei campi validi rimedi ormai dimenticati, racconti di persone umili ma cariche di saggezza.
Un'opera che richiama le nostre radici, da custodire preziosamente trasmettendole alle future generazioni.

PREFAZIONE


Ci sono molti tipi di libri da quelli illustrati a quelli fotografici, da quelli a fumetti a quelli interattivi, ma ne esiste una categoria che si differenzia da tutte le altre: i «libri saporiti».
Questo non vuole certamente essere un gioco di parole sfruttando il titolo, ma una considerazione che va al di là dei valori affettivi e delle piacevoli immagini riaffioranti alla memoria. Già, pròpi parèj, perché nelle pagine che seguono, piacevolmente inframmezzate dai disegni dell'autore, c'è tutta l'essenza di una regione del Piemonte: il Canavese, con le sue tradizioni, la sua cultura e, soprattutto, la sua cucina fatta di «sapori e profumi».
Sapori forti di terra, sapori di campagna, sapori anche dí gente che nasce e si fonde con la sua terra e poi, tutto l'insieme sprigiona un assortimento di «nuanse», di profumi ricchi di sfumature, leggere e importanti al tempo stesso, che solo il termine piemontese riesce a definire.
Correndo appunto sul filo della memoria, che affiora prepotente come un «meisin», un isolotto in mezzo al fiume della vita, è inevitabile il ricorso a quelle citazioni, a quelle frasi e a quelle parole uniche che per essere vive, per avere il giusto valore, devono esprimersi nella lingua ancestrale, la lingua degli avi, dei nonni, dei genitori e di tutti quanti hanno contribuito a far del Piemonte (e anche dell'Italia) ciò che è. Anche questo fa parte di quella raffinata rassegna di «nuanse» che insaporiscono non solo questo libro o chi lo leggerà, ma anche l'esistenza stessa di chi non sa restare insensibile al richiamo delle sue radici.
In un libro così non potevano mancare i personaggi ed allora eccoli emergere dalle pagine, vivi ed autentici come simboli a volte quasi monumentali di questa terra canavesana che s'interpone fra la grande città e le vallate alpine, ricche a loro volta di tesori inestimabili. Personaggi caratteristici, da magna Neta a nòna Michin, da barba Tòni a Bérnard él saldeur, che si affacciano sul palcoscenico su cui non si recita una commedia, ma bensì un alternarsi di storie, di ricette tanto prelibate quanto rustiche e genuine, di rimedi sanitari, di piccoli segreti, di curiosità e di un mondo che fa piacere scoprire o riscoprire.
Sullo sfondo, come uno scenario maestoso, vi sono montagne che al Canavese fanno da corona e cornice ma anche oggetto e soggetto della vita dell'autore che in loro ha trovato forza e soddisfazioni oltre che arricchimento spirituale.
Per concludere non ritengo sia necessario un invito alla lettura perché basteranno poche righe ad innesca il vortice della curiosità e della passione, aggiungerei solo un avvertimento: «lasseve nen ciapé da l'aptit e mangelo nen ant un bocon sol!» (non lasciatevi catturare dall'ingordigia e non mangiatelo in un solo boccone!).

Michele Bonavero
INDICE

Prefazione
Leon d'Òr a Corgné
La frità contadin-a 'd nòna Rosin-a
Magna Neta
La pocià
Locaj éd tradission
Pan éd melia
Ij fasan éd barba Stèo
Sambajon
Finansiera canavsan-a
L'elisir éd Giaco
El Ròch an 4000 tut canauvsan
Cunij a l'erbalus
La gaseusa dla bija a la Ròca
Ij salam éd patate a Turin
La dindera an Svissera
Aquavita a l'amel
Ij subrich éd magna Neta
Vin mer e doss éd barba Tòni
La sàussa bruschétta
I tuffi dij Bòsch
La sopa 'd cossa rossa
La mnestra primavera
Pòis, tonn e euv
Bérnard Bosé 'l saldeur dèl Forn
Arquebuse
Cotlètte 'd cossa
Ij pom rusnent
Giaco e le crave
Siole pien-e e dosse
bross
còj
La crema 'd castagne a la manera dl'avocat
La balòta o buleta
La piòla
La pel éd le rave
L' alvà
Santa Lisabeta ul pogieul sèl canavèis
Ratafià
Celestin-a la guaritrís dal feu 'd Sant'Antòni
Grupin
Da Turin a Caravin con doi cavaj
La pianta dèl limon
Ij gratacuj
Trausela sent'ani 'd tradission
La torbiera d'Ales




Luciano Bianco

GLI ANTICHI SAPORI

editore IL PUNTO - PIEMONTE IN BANCARELLA
edizione 2009
pagine 160
formato 11x17
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

7.00 €
4 €

ISBN : 978-88-88552-59-0
EAN : 9788888552590

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com