motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
L'AGRO VERCELLESE
Con le sue Città, Fortezze, Castelli, Chiese, Siti e Palazzi storici, Luoghi ameni, e i Fatti che hanno segnato il suo mutare come gli antichi Cartografi, Geografi e Vedutisti, ci hanno
tramandato interpretando i resoconti di viaggiatori e storici a loro coevi

con l' ANTICA CARTOGRAFIA e una rassegna di STAMPE e DISEGNI realizzati tra il XVI e XIX secolo.

testo introduttivo di Massimo Melotti

INDICE

Letterati, cartografi e pellegrini
Il labirinto e le mappe
Tra letteratura e storia
Note cartografiche
In viaggio con un pellegrino nell'anno mille

Le radici
Liguri, Celti e poi vennero i Romani
In patentissimo campo quem Raudium vocant...
Itineraria picta

Il Medioevo
Tra guelfi e ghibellini, fiorisce Vercelli per fama di lettere

Il Cinquecento tra storia e cartogafia
La cartografia tolemaica
La carte a stampa
La Corte Ducale a Vercelli
La "Sorpresa" di Vercelli
La S.S. Sindone esposta per l'ultima volta a Vercelli
Il Vercellese ridotto nel più miserando stato
Rimarginare le piaghe

Guerre e assedi nel Seicento
Le mappe degli assedi: tessere per comporre il mosaico del territorio
Vercelli 1617
Trino 1628
Vercelli 1638
Trino 1643
Santhià 1644
Trino 1658

La Cartografia seicentesca come immagine di uno stato
La carta di Mdama Reale
Il teatro dei domini di Casa Savoia


La rappresentazione del territorio nella tradizione del Borgonio
Descrizione delle alpi, colli e valli della provincia lebezia, o sia vercellese
Delle città e castelli, che sono nella provincia lebezia, o sia vercellese
Qualità del paese, e natura de' popoli lebezi, o siano vercellesi

Vercelli da fortezza a "renommé pour son bon pain blanc e pour sa volaille"
Vercelli 1704, l'ultimo assedio
Un mondo in trasformazione
Le stazioni di posta

L'eco della Marsigliese
Il teatro delle mire di Francia in Italia
Il calendario repubblicano della Francia rivoluzionaria
Il plebiscito del 1799 per l'annessione alla Francia
Sulla strada per Marengo
L'assetto amministrativo napoleonico nella raffigurazione del territorio
La restaurazione

Il Vercellese nella iconografia romantica e risorgimentale

Tra cattedrali e castelli
Reportage di guerra
Il regno italiano di Vittorio Emanuele II

UN RACCONTO PER IMMAGINI

A volte accade che. rivedendo lavori realizzati anni addietro, si sia colti da dubbi e da qualche insoddisfazione.
Dubbi e insoddisfazioni che diventano maggiori quando. come in questo caso, la materia trattata. spazia da una vera o supposta scientificità ai territori della fantasia e dell'immaginazione.
L'antica cartografia si presta non solo a differenti livelli di lettura ma anche a diversi tipi di approccio. In essa convivono le più disparate discipline, dal calcolo matematico alle belle arti, dalla storia alla leggenda.
Questa ricchezza di elementi dovuta alla sua funzione di "rappresentazione del mondo" è, ancora oggi. ciò che la rende affascinante per un pubblico di interessi diversi. Queste considerazioni sono state lo stimolo per iniziare una nuova collana che, avendo come guida l'antica cartografia, venisse incontro alle esigenze di un pubblico sensibile al fascino del passato e della sua rappresentazione visiva.
Si è venuta così a creare una sorta di scenografia del passato fatta di carte e mappe scientifiche o immaginarie. di citazioni di viaggiatori e di storici dedicata non solo ad un ristretto gruppo di cultori del genere. ma anche a quei lettori curiosi di scoprire, attraverso un viaggio nel tempo, la storia della propria terra.
Questo primo volume ha come argomento quella parte di Piemonte che, col nome di Agro Vercellese. abbraccia un territorio etnologicamente, geograficamente e storicamente ben definito.
Una piana ricca di acque racchiusa tra le prime propaggini Valsesiane a nord, il fiume Sesia ad est, il Po a sud. la collina morenica della Serra ad ovest.
Dai primi insediamenti dei Celti e dall' "Ager Vercellensis" della Roma imperiale raffigurati sulla base di poche notizie storiche e con l'aiuto di una fervida immaginazione. il viaggio spazio-temporale nell'Agro Vercellese si snoda attraverso l'epoca eusebiana, l'età dei Comuni, il dominio Visconteo e l'avvento di Casa Savoia sino all'Unità d'Italia.
Abbiamo cercato di raccontarlo col susseguirsi di carte topografiche, di piante di città e fortezze, di profili orografici e vedute, secondo una scelta che tenesse conto oltre che della componente storica anche della ricercatezza esecutiva, della curiosità e della piacevolezza dell'immagine.
Alcune di esse sono veri e propri capolavori dell'arte della stampa, altre sopperiscono ai limiti della scienza del tempo con la bellezza del disegno e il volo dell'immaginazione. Tutte insieme sono la testimonianza di come. nel tempo, l'uomo abbia cercato di descrivere o immaginato la terra in cui viveva.




Perluigi Portinaro - Giorgio Tacchini

L'AGRO VERCELLESE

editore GALLO ARTI GRAFICHE
edizione 1997
pagine 232
formato 24x33
copertina cartonata, stampa a 6 colori plastificat
tempo medio evasione ordine
2 giorni

80.00 €
80 €

ISBN :
EAN :

 
©1999-2018 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com